Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Trento, interrogazione del PATT su turismo e aperture domenicali dei negozi

martedì, 30 giugno 2020

Trento – Depositata in Consiglio provinciale a Trento un’interrogazione del PATT, primo firmatario il consigliere e capogruppo Ugo Rossi, su aspetti del settore turistico trentino.

Consiglio PATT RossiTRENTINO TUTTO TURISTICO? LE NORME SI CONTRADDICONO.

In data 20 aprile 2020 – si legge nell’interrogazione – la Giunta della Provincia Autonoma di Trento ha approvato e trasmesso alla seconda commissione legislativa il ddl n. 53 recante il titolo: Disciplina della promozione territoriale e del Marketing turistico in Trentino, al suo articolo 5 statuisce che: ”Il Trentino è considerato un territorio interamente a valenza turistica”.

In data 25 giugno 2020 la Giunta ha approvato e trasmesso alla seconda commissione legislativa il ddl n. 58 recante il titolo: Disciplina delle aperture nei giorni domenicali e festivi delle attività commerciali”, nel cui articolo 1 comma secondo recita: “La Giunta provinciale individua con propria deliberazione i Comuni ad elevata intensità turistica o attrattiva commerciale/turistica nei quali è ammessa l’apertura degli esercizi di vendita(…).”.

Appare evidente la contraddittorietà di una norma rispetto all’altra. Se tutto il Trentino è considerato zona turistica come si potranno, poi, distinguere i Comuni ad attrattiva commerciale – turistica rispetto agli altri che, per un’altra norma dello stesso rango sono comuni di valenza turistica?

Pare evidente l’illogicità e la contraddittorietà del combinato disposto delle due norme, che se non verrà sanata, porterà a un’indubbia confusione interpretativa ed applicativa da parte degli Enti che dovranno applicarle”. Tutto ciò premesso, s’interroga il Presidente della Giunta provinciale e l’Assessore competente per sapere:

- se e come la Giunta provinciale intenda risolvere la contraddizione delle due norme.

A norma di regolamento si chiede risposta scritta”.

I consiglieri del gruppo PATT Ugo Rossi, Paola Demagri e Michele Dallapiccola



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136