Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Successo per la conclusione del Orobie Film Festival 2020, tutti i premiati

domenica, 26 gennaio 2020

Seriate – Sabato 25 gennaio presso il Cinema Gavazzeni di Seriate (Bergamo) si è conclusa con successo la 14° edizione di Orobie Film Festival, promossa dall’Associazione culturale Montagna Italia.

Il Festival, interamente dedicato alla promozione delle terre alte del mondo, è stato organizzato in collaborazione con il Comune di Seriate, con il sostegno di Uniacque e Ubi Banca, con il contributo di Bim Bergamo, Fondazione Cariplo, Fondazione Asm e Provincia di Bergamo. Foto di Angelo Corna.

premA concludere Orobie Film Festival, in serata finale si è tenuto il Gran Galà Internazionale della Montagna, condotto da Roberto Gualdi Presidente del Festival, durante il quale si è svolta la consegna ufficiale dei premi ai vincitori dei concorsi cinematografico e fotografico alla presenza dei partner, dei registi e dei due Presidenti di Giuria Marco Caccia e Piero Carlesi.

I DETTAGLI
Concorso cinematografico

Film vincitore Sezione Orobie e montagne di Lombardia | Premio Fondazione Riccardo Cassin

Orobie d’un fiato di Stefano Vedovati e Marco Zanchi 

Una corsa avvincente che ci fa conoscere la passione, il sacrificio, la tenacia e la sofferenza fisica di un grande e generoso atleta. Sullo sfondo le montagne della provincia di Bergamo, i suoi sentieri, i suoi rifugi. Un invito a tutti gli spettatori a ripercorrere in modo non solo sportivo, ma anche più tranquillo e poetico, le bellezze paesaggistiche delle Orobie.

Il Premio è stato ritirato da Marco Zanchi e consegnato da Marta Cassin nipote del grande alpinista Riccardo e da Paolo Franco Presidente di Uniacque.

Concorso cinematografico

Film vincitore Sezione Paesaggi d’Italia | Premio Touring Club Italiano

REINHOLD MESSNER – Heimat. Berge. Abenteuer di Markus Augè

Di Reinhold Messner si è detto tutto o quasi, eppure questo film ha il pregio di metterne in scena nuovi aspetti. Oltre alle sue origini, tra famiglia, paese, prime scalate sulle Dolomiti e musei a lui dedicati, ritroviamo il racconto dell’eccezionale incontro con Peter Habeler, il suo storico compagno di scalate sull’Everest. In un momento di grande umanità, il Re degli Ottomila afferma che: “La più importante delle capacità umane è quella che consiste nel dare un senso alle cose.”

Presente Giuseppe Spagnulo Console per la Lombardia del Touring Club Italiano. Purtroppo il regista era impegnato all’estero per riprese e ha inviato un video di ringraziamento.

Concorso cinematografico

Film vincitore Sezione Terre Alte del Mondo | Premio UBI Banca

Death Zone – Nanga Parbat di Vitaly Lazo

La giuria ritrova con piacere in quest’opera molti elementi classici dei film sulle spedizioni extraeuropee, con ovviamente maggiore adrenalina, data dall’incredibile discesa notturna in sci dalla vetta del Nanga Parbat, uno dei 14 Ottomila. L’emozionante avventura vede protagonisti Carlo Alberto Cimenti, detto Cala, e due alpinisti russi e documenta un episodio di grande valore sportivo.

Presenti dalla Russia il regista Vitaly Lazo e l’alpinista piemontese Carlo Alberto “Cala” Cimenti. Consegnano il Premio il Sindaco di Seriate Cristian Vezzoli.

Concorso fotografico

Fotografia vincitrice | Premio Provincia di Bergamo

Foxy di Mauro Bertolini

La bella volpe Foxy è la “principessa” dell’alta quota che ama l’obiettivo. 

Impeccabile lo scatto che coglie la volpe in uno dei suoi atteggiamenti tipici di attenta osservatrice dell’ambiente nel quale vive e del quale sa cogliere le situazioni, come in questo caso dove scruta curiosa il paesaggio che la circonda.

Premia Romina Russo delegata alla cultura della Provincia di Bergamo. Presente l’autore Mauro Bertolini.

In apertura di serata il pubblico ha avuto il piacere di vedere in prima assoluta il film “Le forme del tempo – L’esplorazione della grotta 5 in Condotta”, realizzato in collaborazione con Uniacque, da Giorgio Tomasi.

Presenti sul palco Paolo Franco Presidente di Uniacque, il regista Giorgio Tomasi e la geologa protagonista del film.

Sempre in collaborazione con Uniacque, Partner del Festival, è stato proiettato un cortometraggio storico di Ermanno Olmi dal titolo “Cantiere d’inverno”, fornito dall’Archivio Nazionale Cinema d’impresa.

Da qualche anno in serata finale si tiene il Bonatti day, una giornata dedicata al grande alpinista bergamasco di fama internazionale Walter Bonatti.

La nostra associazione desidera far rivivere e mantenere il ricordo di una figura importante per l’alpinismo mondiale, nonché nostro cittadino che ha cambiato significativamente la storia dell’alpinismo internazionale. In particolare per questa nuova edizione si è esibito il Coro Voci dell’Orobica guidato dal Direttore Alfredo Magni, con l’esecuzione di sette brani tra cui il famoso “Signore delle Cime”, alla presenza del Presidente Giacomo Tomasi.

Si è tenuta la proiezione del film “K2, una storia italiana” in occasione dei 50 anni dalla salita italiana al K2, storia che verrà poi clamorosamente smentita negli anni svelando i fatti reali e dando ragione alla versione del grande alpinista Walter Bonatti. Il film è stato fornito dal Centro di Cinematografia e Cineteca del Cai, di cui era presente in sala il dott. Giovanni Pivetti.

Il Premio Bonatti day è stato assegnato ad Annibale Salsa, antropologo e past president del Club Alpino Italiano. Sul palco per il Comune di Seriate il vice Sindaco Gabriele Cortesi e l’assessore alla cultura Ester Pedrini.

Presente anche Manuel Mazzoleni di 3B Meteo a cui è stato assegnato un riconoscimento in occasione dei vent’anni di attività. Grazie a Dino Perolari, amico di Walter Bonatti, sono state proiettate alcune fotografie inedite del “re delle Alpi”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136