Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Sondalo: un milione da Regione Lombardia per l’ospedale Morelli

martedì, 1 settembre 2020

Sondalo – Un milione dalla Regione Lombardia per l’ospedale Morelli di Sondalo (Sondrio). Salirà a 16 la disponibilità di spazi isolati per il ricovero dei pazienti affetti da patologie infettive.

ospedale casa stanzeL’ospedale Morelli di Sondalo sarà presto dotato di dieci nuove camere a pressione negativa che si aggiungeranno alle sei realizzate poco prima dell’emergenza sanitaria già utilizzate per i pazienti Covid-19. Grazie al finanziamento concesso dalla Regione Lombardia, all’interno del primo padiglione verranno individuate una serie di camere già esistenti per essere completamente ristrutturate e dotate di speciali impianti per il ricircolo dell’aria: quest’ultima viene aspirata e filtrata attraverso un sistema di pressurizzazione che la purifica. Si crea un filtro attraverso la realizzazione di una sorta di anticamera che mantiene l’isolamento del paziente contagioso a protezione di tutti gli altri spazi dell’ospedale.

“Per il Morelli si tratta di un importante miglioramento della dotazione strutturale – spiega la dottoressa Chiara Rebucci, infettivologa -: le camere a pressione negativa consentono di isolare i pazienti, azzerando il rischio di trasmissione e garantendo la sicurezza degli operatori e degli altri degenti del reparto. Sono fondamentali per la cura di malattie infettive trasmissibili per via respiratoria, come la tubercolosi multiresistente o la mers”.

Camere di circa venti metri quadrati, che prima ospitavano due pazienti, verranno riconvertite per diventare ampie singole dotate di tutti i comfort: al di fuori dei muri perimetrali, tutto sarà rinnovato, dal bagno ai serramenti e agli arredi. Dal punto di vista tecnico si procederà analogamente al progetto precedente concluso poco prima dell’emergenza sanitaria: le camere attrezzate per malati di tubercolosi o di altre patologie infettive erano state prontamente utilizzate per i pazienti Covid-19. Al termine di questo intervento le camere a pressione negativa a disposizione al Morelli saranno 16.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136