Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Presidio di protesta dei lavoratori degli appalti e portierato a Trento

martedì, 10 settembre 2019

Trento – Oggi Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uil Trasporti organizzano un presidio di protesta dei lavoratori degli appalti portierato Università e pulizie comune di Trento. Il presidio sarà in piazza Dante dalle 10 alle 12.

Trento - sindacati - appalto - puliziePer i lavoratori e le lavoratrici delle portinerie dell’Ateneo il taglio di stipendio e il peggioramento delle condizioni di lavoro è già una realtà dal 16 luglio, quando la gestione del servizio è passata all’Ati Rear – Miorelli che ha vinto la gara indetta da Apac. Per le settanta lavoratrici che fanno le pulizie del comune di Trento, invece, il dimezzamento delle ore e dei salari potrebbe avvenire nei prossimi mesi, se Palazzo Thun non decide di ritirare il bando. Storie diverse con un unico comune denominatore: enti pubblici che decidono di far quadrare i conti tagliando sui lavoratori più deboli.

Una situazione di cui anche la politica e le istituzioni devono farsi carico. Per questa ragione oggi, dalle 10 alle 12, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uil Trasporti organizzano un presidio di protesta in Piazza Dante. Una delegazione di lavoratori e lavoratrici del portierato e delle pulizie saranno sotto il Palazzo della Regione dalle 10 alle 12.

“E’ necessario che ognuno si assuma le proprie responsabilità – dicono Paola Bassetti e Francesca Delai (Filcams), Francesca Vespa (Fisascat) e Antonella Didu (Uil Trasporti) -. Di fronte a misure che non rispettano la dignità dei lavoratori serve una precisa presa d’atto e servono dei cambiamenti. Troppo facile esprimere dispiacere a parole e poi voltarsi dall’altra parte”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136