Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Pia Fondazione Valle Camonica: Sandrinelli passa il testimone a Orizio

mercoledì, 18 novembre 2020

Malegno – Cambio ai vertici della Pia Fondazione Valle Camonica. Stefano Sandrinelli, dopo 11 anni da presidente, ha passato il testimone a Fabrizio Andrea Orizio e il sindaco di Malegno (Brescia), Paolo Erba, ha ringraziato il presidente uscente per il lavoro svolto e augurato buon lavoro a chi gli è subentrato (nella foto il simbolico passaggio delle chiavi)

Orizio - Sandrinelli Pia FondazioneNegli ultimi lustri, grazie al lavoro di Stefano Sandrinelli, la Pia Fondazione ha potenziato la sua attività, è stata aperta all’ospitalità per anziani di Malegno e Cividate con il centro diurno integrato e la casa per anziani, quindi il servizio Melograno a favore dei bambini, e numerosi servizi, tra cui una rete territoriale sociale camuna.

Nel tradizionale passaggio delle chiavi Stefano Sandrinelli ha ringraziato tutti: “Tredici anni di lavoro, di cui 11 anni come presidente, non sono una banalità ma vissuti intensamente e pieni di gioie, dolori e preoccupazioni. Voglio pubblicamente ringraziare tutti, enti, amministratori, dipendenti e collaboratori, tutte le persone che hanno lavorato per la Fondazione, gli insostituibili volontari e, in particolar modo, i meravigliosi ragazzi della Pia che mi hanno rubato il cuore. Grazie a tutti.  Personalmente mi sono impegnato a tempo pieno ed a titolo gratuito e mi sembra di aver fatto bene”.

Il sindaco Paolo Erba ha detto: “Ho collaborato con Stefano in tutti questi anni, lo ringrazio di cuore, personalmente e a nome della nostra comunità di Malegno, per la sua passione. Credo sia la sua cifra più significativa, la passione. A Fabrizio Andrea Orizio gli auguri di continuare nel modo migliore la storia di questa istituzione millenaria”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136