Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Negozi e chiusure domenicali, in Trentino si discute dopo il provvedimento della Provincia: confronto con le categorie

lunedì, 22 giugno 2020

Trento - Serie di incontri questa mattina in Piazza Dante a Trento per affrontare il tema delle chiusure dei negozi la domenica, provvedimento proposto nell’ultima seduta dalla Giunta provinciale che ha approvato un disegno di legge in materia, sostenendo nel contempo l’ordinanza con cui il presidente Fugatti ha comunque prolungato fino a fine mese le chiusure in regime di emergenza Coronavirus.

Fugatti 1Il confronto tra lo stesso presidente Fugatti e l’assessore al commercio, Roberto Failoni, è iniziato dapprima in Sala Giunta con i rappresentanti di Confcommercio, Confesercenti e Federazione trentina della cooperazione che hanno espresso le loro preoccupazioni per il cambiamento proposto, manifestando comunque disponibilità ad approfondire alcuni aspetti puntuali allo scopo di perfezionare il disegno di legge. A tal fine è già stato programmato un incontro tecnico per dopodomani, visto il carattere di urgenza attribuito al progetto.

Le tappe di questo percorso sono state riassunte dal presidente Fugatti che ha ricordato la riunione dei capigruppo in Consiglio provinciale: da loro è attesa in giornata la decisione sulla corsia accelerata chiesta dalla Giunta, che auspica di poter discutere in aula il disegno di legge già nella prossima seduta del Consiglio.

In un secondo momento, il confronto è proseguito in Sala Depero assieme ai rappresentanti della grande distribuzione: Aldi, Dao, Despar, Eurospin, Gruppo Poli, Lidl, MD, SAIT. I temi messi a fuoco hanno riguardato soprattutto le modalità con cui verranno individuati i Comuni turistici, le necessità di tenere conto della programmazione anche sotto il profilo dell’organizzazione dei turni di lavoro e la concorrenza con territori limitrofi.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136