Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Mortirolo, cura del territorio e piani per la Valchiavenna: i sindaci neoeletti incontrano il Prefetto di Sondrio

mercoledì, 14 ottobre 2020

Sondrio – Il Prefetto di Sondrio Salvatore Pasquariello ha incontrato in Prefettura i sindaci dei Comuni di Cercino, Civo, Novate Mezzola, Madesimo, Mazzo di Valtellina, San Giacomo Filippo, Spriana e Talamona, eletti nelle consultazioni amministrative tenutesi il 20 e 21 settembre scorso.

sindDopo il saluto di benvenuto ed una breve presentazione personale, i primi cittadini hanno esposto le problematiche che investono il loro territorio, spaziando dai temi della tutela ambientale e della protezione civile a quelli della viabilità stradale e della tutela della legalità.

Dall’incontro è emersa la volontà di lavorare in sinergia nell’interesse di tutta la Valtellina e Valchiavenna, confrontandosi sulle scelte amministrative che interessano il territorio della provincia nel suo complesso e di “fare rete” con tutte le altre Amministrazioni Comunali.

In particolare, il Sindaco di Novate Mezzola ha esposto la questione relativa alla bonifica dell’area “ex Falk” e le problematiche relative alle cave.

Il Sindaco di Spriana, invece, ha fatto riferimento all’importanza di riprendere i lavori per il completamento del “by pass” idrico relativo alla frana di Spriana, per la quale questa Prefettura ha già riattivato un’interlocuzione specifica con il Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche e con le Autorità di Governo centrali e regionali.

Il Sindaco di San Giacomo Filippo ha ribadito l’importanza di completare i lavori di messa in sicurezza del versante montuoso interessato dalla frana di Gallivaggio e delle opere di regimazione idraulica relative ai reticoli fluviali minori.

Anche il Sindaco di Madesimo ha ribadito la necessità di destinare le risorse in materia di ambiente e territorio alla realizzazione di opere importanti ed ha sottolineato l’importanza di pensare alla prevenzione e ad interventi in un’ottica di aree vaste ed omogenee.

I Sindaci di Cercino e di Mazzo di Valtellina hanno richiamato l’importanza di intervenire in materia ambientale in chiave preventiva, allo scopo di ottimizzare le risorse disponibili ed evitare così facendo di dover intervenire a posteriori. Quest’ultimo, inoltre, ha ribadito l’importanza di implementare la viabilità stradale del Passo del Mortirolo, attraverso il rifacimento del manto stradale e delle opere connesse.

Il Sindaco di Talamona ha rappresentato l’importanza di concludere i lavori di rimozione del materiale detritico derivante dagli eventi alluvionali anche non recenti e tutt’ora in corso, per i quali è stata richiesta, da parte delle ditte, una proroga di altri sei mesi a causa delle difficoltà derivanti dallo smaltimento del materiale stesso. Egli si è soffermato, ancora, sull’importanza della partecipazione dei giovani all’amministrazione della cosa pubblica in un contesto sociale caratterizzato dall’assenza dei partiti politici strutturati portatori di un’ideologia politica e della necessità di curare la loro formazione.

Il Sindaco di Civo si è soffermato, invece, sul tema della legalità, della prevenzione e del contrasto dei reati, attraverso la realizzazione di specifici progetti in tema di videosorveglianza, beneficiando dei contributi statali disponibili. I sindaci hanno anche rappresentato sia la grave carenza di segretari comunali, evidenziando tra l’altro il prossimo pensionamento di alcuni di essi, sia le difficoltà che incontrano ogni anno nell’elaborazione dei bilanci di previsione, tenuto anche conto che lo sgombero neve e il trasporto scolastico costituiscono, in alcuni casi, circa la metà della spesa complessiva.

Al termine dell’incontro, il Prefetto ha ribadito l’importanza di un dialogo costante tra i Comuni e le Istituzioni locali, come strumento principe per affrontare e risolvere tutte le problematiche del territorio, assicurando il suo interessamento in ordine alle problematiche rappresentate nel corso della riunione.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136