Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Lockdown e distanziamento, un albergo su quattro resta chiuso in estate: già bruciate 80 milioni di presenze

domenica, 7 giugno 2020

Brescia – Dopo la mazzata data dal lockdown, le regole di distanziamento sociale impongono limitazioni all’impresa, fanno desistere i turisti e rischiano di dare il colpo finale al comparto turistico italiano: solo il 40% degli alberghi italiani è attualmente aperto, il 26.8% ha già deciso che rimarrà chiuso per tutto il mese di giugno e il 21.1% prevede di non essere aperto ad agosto.

trento trentino paesaggioL’indagine mensile di Federalberghi, presentata in audizione alla Commissione Affari Costituzionali del Senato, raffigura in numeri una preoccupazione generica e trasversale: a maggio, nel comparto ricettivo sono andati in fumo circa 118 mila posti di lavoro stagionali. E senza misure e incentivi, il peggio deve ancora venire, come già annunciato da molte strutture ricettive… Nel frattempo sono già 80 i milioni di presenze turistiche in tutta Italia che vengono a mancare.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136