Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Lockdown dello sci, Kompatscher: “Ristori e lavoriamo per il 2021…”

lunedì, 30 novembre 2020

Bolzano – I primi segnali di una “bandiera bianca” sul fronte sciistico e turistico sull’arco alpino per quanto riguarda il periodo natalizio: ieri il rilancio delle regioni alpine in una nota per un appello alla riapertura degli impianti sciistici alle sole persone che soggiornino nei territori, ma l’indirizzo di Governo e scienziati non sembra lasciare spiragli. In bilico anche la mobilità inter-regionale che colpirebbe tutto il turismo, non solo montano. Oggi seduta straordinaria della Conferenza delle Regioni, poi la decisione definitiva  dell’Esecutivo e il nuovo Dpcm. Intanto le linee guida in arrivo dall’UE per la gestione del periodo natalizio dovrebbero concedere autonomia ai singoli Stati sul lockdown degli impianti sciistici e più in generale della gestione dei confini.

“E’ ormai evidente che per l’avvio della stagione sciistica attualmente mancano tutti i presupposti. Dobbiamo lavorare tutti assieme per creare le condizioni per poter partire dopo Capodanno. Per questo motivo chiediamo i ristori per tutti i settori colpiti dallo stop”, ha dichiarato all’ANSA il presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136