Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Lavori nelle scuole di Darfo Boario Terme

mercoledì, 14 ottobre 2020

Darfo Boario Terme – Lavori nelle scuole di Darfo Boario Terme (Brescia).  “Nonostante le ovvie preoccupazioni che animano amministratori, dirigenti scolastici, insegnanti e soprattutto famiglie la scuola è ripartita e le azioni poste in essere per prevenire e arginare il più possibile eventuali contagi stanno funzionando – afferma il sindaco, Ezio Mondini - Se è vero che la lente di ingrandimento è stata puntata sul fenomeno pandemico, altrettanto non si possono dimenticare altri aspetti che afferiscono alla sicurezza e alla salubrità dei luoghi scolastici. Baorio Darfo municipioPer questa ragione, abbiamo alacremente lavorato attorno alle opere strutturali che oggi hanno trovato una loro precisa definizione”. In particolare, sono datati 2020 lavori per circa 1.279.000 euro di cui meno del 20% a carico delle casse comunali.

“Da tempo avevamo programmato interventi sugli edifici scolastici in attesa di cogliere l’opportunità di finanziamento mediante bandi appositi: non appena se ne è presentata l’occasione, ci siamo candidati e abbiamo ottenuto le risorse – afferma Giacomo Franzoni, assessore ai Lavori Pubblici - Si tratta principalmente di opere di efficientamento energetico, messa in sicurezza e adeguamento antisismico che riguardano i plessi scolastici di Gorzone, Montecchio e della Scuola Media Tovini di Boario cui si sono unite opere necessarie a garantire il ritorno a scuola dei ragazzi a seguito dell’emergenza sanitaria”.

In tema di prevenzione “Covid-19” i lavori, sostenuti da apposito finanziamento statale di circa 70mila euro, sono stati relativi, per lo più rivolti a garantire una entrata e uscita – da tutte le scuole elementari e medie della Città che evitasse gli assembramenti e l’apposizione di segnaletica di indirizzo e posizionamento dei percorsi.

“Queste opere sono state apprezzate sia dagli operatori della scuola che dalle famiglie – aggiunge il sindaco -. Un ringraziamento, quindi, a tutto il personale che ha lavorato con competenza e dedizione per il miglior risultato possibile”.

Gli altri interventi hanno previsto, invece, un investimento di oltre 150mila euro di cui solo 22 carico del Comune e si sono orientati all’efficientamento energetico delle scuole di Gorzone e Montecchio.

“In questi due edifici scolastici sono stati sostituiti i serramenti esistenti con altri in PVC rivestiti da una particolare pellicola con finitura effetto venature del legno in colori chiari. Un intervento che consente di migliorare sensibilmente l’efficienza energetica grazie alla riduzione delle dispersioni di calore e manterrà l’effetto di finitura originario - specifica Giacomo Franzoni -. Oltre al risparmio economico ed eco compatibile, i nuovi serramenti realizzati con vetrocamera anti taglio e anticaduta porteranno un notevole miglioramento in termini di sicurezza e di acustica. Una sensibile trasformazione, soprattutto se si pensa che i serramenti precedenti erano quelli originari installati di più di 60 anni fa”.

In attesa di esecuzione delle opere, invece, i lavori di ristrutturazione, miglioramento e messa in sicurezza delle Scuole secondarie “Tovini” in Via Polline a Boario.

“La scuola è degli anni ’70 e, di conseguenza, aveva necessità di una forte azione che ne migliorasse l’efficienza energetica oltre che l’adeguamento alle normative intervenute in materia antisismica – continua l’assessore Franzoni - Dopo le ovvie valutazioni preliminari sono state definite le opere di consolidamento – anche se è vero che nella scuola non si sono mai manifestati evidenti segni di cedimento- cui si sono affiancate soluzioni per migliorare le caratteristiche termiche (es: sostituzione di serramenti ecc)”.

Grazie al finanziamento statale di 844mila euro e un mutuo di 211mila euro sarà possibile sostenere il costo complessivo delle opere pari a 1.055.000 che saranno eseguite nell’estate 2021.

“I lavori sono già andati in appalto – specifica Franzoni -. Ma l’esecuzione dovrà attendere la chiusura delle scuole per le vacanze estive per non interferire con il normale svolgimento delle lezioni”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136