Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Inaugurato il nuovo ponte sull‘Isarco a Campiglio

lunedì, 24 agosto 2020

Campiglio – Il nuovo ponte pedo-ciclabile di Campiglio sull’Isarco, inaugurato oggi, è una delle nuove infrastrutture che mirano a favorire la ciclo-mobilità nel capoluogo. Foto di ASP/Roman Clara.

isarco ponte campiglio aspLa mobilità provinciale intende promuovere con sempre maggiore impegno l’utilizzo della bicicletta soprattutto per gli spostamenti quotidiani in ambito urbano allo scopo di decongestionare il traffico e ridurre l’utilizzo dei veicoli motorizzati privati.

Inaugurato il nuovo ponte a Campiglio

Il nuovo ponte pedo-ciclabile inaugurato oggi (24 agosto) a Campiglio è il frutto della proficua collaborazione tra la Provincia, la Comunità comprensoriale Salto Sciliar ed il Comune di Bolzano allo scopo di fornire una preziosa infrastruttura ai pendolari che quotidianamente raggiungono in bicicletta per lavoro il centro del capoluogo. La struttura offre ora un più rapido ed agevole collegamento anche al “Centro Campiglio” e alla sede della “Mila Bolzano”.

Attenzione alla mobilità sostenibile ed alle infrastrutture

“L’Alto Adige deve diventare una provincia modello nel campo della mobilità sostenibile nell’ambito alpino ed a questo scopo è necessario ridurre il traffico veicolare, utilizzare mezzi di trasporto sostenibili e migliorare nel suo complesso la mobilità. A questo scopo la Provincia è impegnata a collaborare in stretta sinergia con i Comuni e le Comunità comprensoriali. L’utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto in ambito urbano dovrà avere la massima priorità” ha affermato il presidente della Provincia nel corso della cerimonia di inaugurazione del ponte.

Vantaggi per la rete ciclabile di Bolzano e dintorni 

Grazie alla nuova infrastruttura più lavoratori potranno utilizzare la bici, che sarà non solo più semplice, vantaggiosa e salutare, ma renderà gli stabilimenti in zona più raggiungibili, hanno sottolineato i rappresentanti delle imprese. Anche il presidente della Comunità comprensoriale e i rappresentanti dei Comuni interessati hanno sottolineato che il tratto di pista ciclabile risistemato e quelli nuovi rappresentano un passo in avanti importante per la rete ciclabile del capoluogo e del circondario.

Il ponte supera l’Isarco con un’unica campata 

Il nuovo ponte pedo-ciclabile, con una campata di circa 70 metri, attraversa l’Isarco senza sostegni intermedi. Nella parte centrale è alto sette metri. La struttura di supporto è ampia 6,75 metri ed è composta da travi d’acciaio zincato, disposte a spina di pesce, spiegava il progetista Klaus Gummerer.  Nella parte inferiore il ponte è composto da cemento armato ricoperto da lamiera. La corsia per le bici e per i pedoni è asfaltata.

Il vantaggio della costruzione scelta è che al di sotto della corsia non sono presenti elementi che ostacolano la navigabilità del fiume. Il passaggio tra le sponde del fiume rimane quindi invariato. Provincia e Comune hanno investito complessivamente nella nuova infrastruttura 1,7 milioni di euro, dei quali 400.000 sono stati erogati dal Comune.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136