Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Danni economici sottovalutati, Federmoda Trentino: appello a Conte

lunedì, 26 ottobre 2020

Trento – Il presidente di Federmoda Trentino, Gianni Gravante, ha diffuso una lettera aperta indirizzata al presidente del Consiglio Giuseppe Conte. “La crisi Covid – si legge nell’appello – sta investendo pesantemente il settore della moda. I recenti provvedimenti del Governo sembrano aver sottovalutato la portata del danno economico cui sta attraversando il settore, fermo dal mese di febbraio“.

Ormai i cali dei fatturati hanno raggiunto livelli di perdite inimmaginabili e quel che peggio non se ne vede via d’uscita. È vero nessun provvedimento restrittivo per il comparto, ma invitare i cittadini a starsene a casa è come dire: non acquistate nulla, non spendere. A noi, presidente Conte, quali aiuti? Nulla! Come dire: potete stare aperti arrangiatevi“.

Se non arrivano aiuti concreti, liquidi, non crediti d’imposta, che tanto ormai abbiamo solo debiti e non crediti, senza liquidità molte serrande si abbasseranno e le città saranno deserte. Si spegneranno le luci con quel che ne deriverà in termini di vivibilità dei centri storici, della sicurezza e di quel patrimonio culturale fatto di rapporti umani che ci viene riconosciuto dai consumatori di tutto il mondo. FederModa lancia l’appello affinché l’intera filiera possa far parte dell’attenzione del Ministro dell’Economia con aiuti a fondo perduto, perché di debiti, come detto ormai siamo pieni“.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136