Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Covid-19, la Protezione civile trentina pronta ad andare a Torino

venerdì, 6 novembre 2020

Trento – La Protezione civile trentina è pronta ad andare a Torino ad allestire il suo ospedale da campo che sarà utilizzato nell’ambito del contrasto alla pandemia da Covid – 19. L’intervento potrebbe essere realizzato verso la metà del mese di novembre. Nei giorni scorsi alcuni funzionari sono partiti da Trento alla volta di Torino per fare un sopralluogo preliminare. Ora si sta aspettando la conferma della richiesta e l’allestimento complessivo dell’area in cui dovrebbero essere montate le tende. La notizia della disponibilità del Trentino è stata confermata poco fa in videoconferenza dal presidente Fugatti.

protezione civile tnLa richiesta di intervento è stata avanzata nell’ambito della Commissione speciale Protezione civile, istituita all’interno della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. A Torino hanno bisogno di circa 450 posti letto, per alleggerire il carico sulle strutture di pronto soccorso ospitando i malati di Covid meno gravi in attesa o del loro rientro a casa o, nei casi peggiori, della loro ospedalizzazione.

Al Parco del Valentino di Torino, la Protezione civile trentina dovrebbe allestire 11 tende (di cui 5 delle dimensioni di 12×8 metri e 6 di 7×5 metri) complete di letti e riscaldamento, per un totale di 96 posti. Non è previsto che dal Trentino partano strumentazioni mediche. All’operazione complessiva sono chiamate a collaborare altre organizzazioni di Protezione civile, il volontariato della Protezione civile trentina, l’Esercito e realtà del volontariato di altre regioni.

Le tende dovrebbero trovare posto all’interno di un capannone, attualmente adibito a parcheggio, che nelle prossime settimane sarà attrezzato a cura della Regione Piemonte con i necessari sottoservizi e il riscaldamento. La Protezione civile trentina è pronta a partire con la colonna mobile non appena le sarà dato il via libera.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136