Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
w

Ad
Ad
 
Ad


Covid-19, in Valtellina riattivato il Pronto soccorso psicologico

martedì, 8 dicembre 2020

Sondrio – Emergenza Covid, in provincia di Sondrio riattivato il Pronto soccorso psicologico telefonico gratuito. Il servizio è garantito sette giorni su sette dagli psicologi dell’Azienda sociosanitaria territoriale Valtellina e Alto Lario.

ats montagnaCon la seconda ondata dell’emergenza sanitaria, che è causa di stress e sofferenza, gli psicologi dell’Azienda sociosanitaria territoriale Valtellina e Alto Lario hanno riattivato il servizio di Pronto soccorso psicologico lanciato per la prima volta nella scorsa primavera, durante la prima fase della pandemia, allo scopo di fornire un aiuto alla popolazione afflitta da disagi legati al timore del contagio e alla gestione di aspetti emotivi, ansiosi e comportamentali.

Il servizio, completamente gratuito, è attivo sette giorni su sette: da lunedì a venerdì dalle 14 alle 19, il sabato e la domenica dalle 9 alle 19. Gli utenti interessati non devono far altro che chiamare negli orari indicati il numero 335 6442920 per parlare con gli psicologi esponendo le loro problematiche o le difficoltà incontrate nel fronteggiare la fase pandemica. Nelle situazioni di stress, infatti, si riattivano traumi precedenti spesso difficili da gestire: un’evenienza simile a quella della primavera scorsa ma con modalità differenti, che richiede un intervento. La protezione del contagio deve poter prevedere un contenimento dell’angoscia, della preoccupazione e della sfiducia che caratterizzano questo lungo periodo.

Il servizio garantito dagli psicologi dell’Azienda ha l’obiettivo di stabilizzare emotivamente le persone in difficoltà o di indirizzarle ai servizi territoriali per la presa in carico qualora se ne evidenzi la necessità.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136