Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Ciclismo, a settembre il Giro d’Italia Under 23 si deciderà tra Mortirolo e Aprica

martedì, 7 luglio 2020

Aprica – Primaluna, in Provincia di Lecco ha ospitato la presentazione dell’edizione 2020 del ‘Giro d’Italia under 23′, il cui percorso è stato rivisitato rispetto ai piani originali per il mese di giugno. Resta il tappone di Aprica col Mortirolo a concludere la rassegna.

primLa competizione ciclistica e’ in programma dal 29 agosto al 5 settembre. Tre delle otto tappe della gara sono in Lombardia: la Colico-Colico (159 chilometri panoramici di saliscendi attorno al lago di Como); poi la frazione di 130 chilometri da Lecco al Montespluga (Sondrio) e l’ultima, durissima, con 94 chilometri di fatica con partenza e arrivo all’Aprica (Sondrio).

“Un’edizione rivista da quella che e’ stata presentata lo scorso gennaio – ha sottolineato Martina Cambiaghi assessore a Sport e Giovani di Regione Lombardia – ma che solo grazie alla grande perseveranza degli organizzatori potra’ svolgersi. I miei complimenti a loro e agli atleti che saranno in corsa per conquistare la Maglia Rosa”.

“Quello che in queste settimane ho sempre percepito – ha aggiunto – e’ sicuramente che anche se lo sport ha dovuto rimane in ‘panchina’, non e’ mancata in nessun istante la voglia di ripartire, l’energia per ricominciare e sognare un futuro sempre piu’ ricco di soddisfazioni”.

TORNA LO SPORT VERO DOPO MESI DIFFICILI – “Finalmente dopo tanti mesi difficili – ha chiosato – si torna a parlare di sport vero, di sport con la ‘S’ maiuscola: quello fatto di fatica e sudore, di salite e discese, di vittorie e sconfitte, di emozioni e delusioni”.

“Nonostante le difficolta’ – ha concluso Martina Cambiaghi – tutto lo sport lombardo ha saputo e voluto non arrendersi, ha continuato a sperare, a lavorare ed investire perche’ tutto lo sport ma in particolare il ciclismo ripartisse”.

TRE TAPPE MOLTO IMPORTANTI E MOLTO BELLE – “Sono tre tappe molto importanti – ha detto Antonio Rossi, sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega ai Grandi eventi – che rappresentano per la Provincia di Lecco, per la Valtellina e la Valchiavenna un significativo punto di svolta”.

“Il Giro d’Italia Under 23 – ha aggiunto – porta in dote un considerevole messaggio di normalita’ in particolare per uno settore come lo sport che e’ stato il primo a chiudere e l’ultimo a riaprire dopo il lockdown”.

“E’ possibile che il Giro under 23 – ha concluso Antonio Rossi – che sia ripreso e trasmesso in tv. Un ottimo modo per dimostrare a tutto il mondo la nostra ritrovata normalita’. Un modo tangibile per rassicurare i turisti e far vedere come la Lombardia sia sicura e da sempre una terra bellissima da scoprire e tornare a visitare al piu’ presto”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136