Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Approvato il bilancio del Consorzio di Montecampione

lunedì, 11 gennaio 2021

Montecampione – Il bilancio preventivo 2021 e consuntivo 2020 è stato approvato quasi all’unanimità. Dopo l’assemblea che si è svolta lo scorso 5 gennaio i soci del Consorzio hanno avuto tempo fino alle 16.45 di ieri per votare. Il consuntivo 2020 è stato approvato da 787 soci, 4 i contrari 4, mentre il preventivo 2021 ha avuto l’approvazione da 790 soci e solo un contrario.

Il presidente del Consorzio Paolo Birnbaum e il direttore Antonio Romele avevano svelato i numeri dell’attività e i progetti che saranno portati avanti, tra cui il riconoscimento da parte di Regione Lombardia, nell’assemblea di martedì scorso. 

Il Consorzio ha in gestione alcuni servizi necessari od utili al migliore godimento delle proprietà degli associati, nonché di promuovere attività ed iniziative idonee a rendere più agevole e più confortevole la residenza nel comprensorio. In particolare gestisce i seguenti servizi: manutenzione delle aree a verde e sistematica pulizia dei boschi facenti parte del comprensorio; vigilanza, diurna e notturna, del comprensorio, a tutela delle proprietà, a disciplina e difesa del buon uso delle cose comuni; servizio di pulizia delle strade e di tutti gli spazi destinati ad uso comune; indicazione e sorveglianza del rispetto delle condizioni e dei limiti relativi all‟esercizio ed all‟utilizzazione dei beni e delle cose di uso comune, compresa la relativa manutenzione; gestione dei servizi di collegamento interno per mezzo di pullman; gestione e manutenzione ordinaria degli impianti sportivi, con esclusione degli impianti sciistici; promozione di attività sportive, ricreative e culturali; ogni servizio ritenuto opportuno per rendere più confortevole ed agevole il godimento dei beni immobili dei propri consorziati; fino alla data di acquisizione delle opere di urbanizzazione dal fallimento Alpiaz da parte del Comune di Artogne le seguenti attività: esercizio e manutenzione, ivi compreso il sistema della captazione, della rete e/o degli impianti di distribuzione dell‟acqua; manutenzione ordinaria, limitata al manto di asfalto e a piccoli interventi connessi, delle vie interne al paese; sorveglianza e pulizia del sistema di raccolta delle acque fognarie fino al collegamento con il depuratore.

Il bilancio preventivo 2020 era di 1.002.551 euro, mentre il consuntivo 2020 è di 1.047.031 euro. I costi del cinema e palazzetto è di 64mila euro e con Iva e spese accessorie arriva a 90mila euro.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136