Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


ANCE, Piazza: “Prorogare i bonus edilizia in ottica pluriennale”

mercoledì, 11 novembre 2020

Sondrio – “Occorre prorogare tutti i bonus per l’edilizia in scadenza a fine anno: bonus casa al 50%, ecobonus  per singole unità immobiliari, bonus facciate, bonus mobili, bonus verde. Al tempo stesso è necessario prorogare il superbonus 110% , sia per gli interventi di efficientamento energetico che per quelli antisismici, compreso il sismabonus acquisti, cioè l’acquisto di fabbricati demoliti e ricostruiti dal costruttore”.

A ribadirlo con forza è il presidente di ANCE Lecco Sondrio, Sergio Piazza, facendo eco a quanto a livello nazionale l’intera filiera delle costruzioni (Ance, Agci Produzione e Lavoro, Anaepa Confartigianato, Claai edilizia, Cna costruzioni, Confapi Aniem, Confcooperative lavoro e servizi, Fiae Casartigiani, Legacoop produzione e servizi) ha richiesto al Governo.

“Si tratta di incentivi – spiega Piazza – che hanno consentito la tenuta delle attività dell’industria delle costruzioni  e di tutto il suo indotto negli anni più bui della crisi, in atto oramai da più di un decennio e che, anche in questo momento di emergenza sanitaria ed economica,  possono trainare la ripresa economica  del Paese, con effetti positivi per Erario, imprese e cittadini. Del resto, proprio l’emergenza Coronavirus e i relativi provvedimenti, insieme ad una serie di incertezze sul testo di legge e i decreti attuativi oggi finalmente risolte, hanno reso difficile per molti cittadini poter instaurare le pratiche e procedere alla progettazione dei lavori e alla loro approvazione. Serve tempo e i provvedimenti anti-Covid non aiutano certamente”.

“Consideriamo poi la tempistica reale degli interventi edilizi: dal concept al closing dell’operazione passano spesso più di 12 mesi. – conclude Piazza – Per questo è necessaria una strategia temporale più ampia, che vada oltre ai continui rinnovi annuali dei bonus. Occorre dunque che , nel prossimo ddl di Bilancio, sia ufficializzata la proroga dei bonus  con un arco di riferimento pluriennale e che a questa si aggiunga successivamente, nell’ambito del Recovery fund, anche l’annunciata estensione triennale del superbonus 110% in tutte le sue articolazioni”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136