Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-
Venerdì, 25 settembre 2020

Saviore dell'Adamello: esercitazioni dei tecnici del Soccorso Alpino Bresciano

Saviore dell'Adamello - Esercitazioni del Soccorso Alpino. In Val Salarno, durante il mese di settembre, la V Delegazione Bresciana del Soccorso alpino ha organizzato una serie di simulazioni, dedicate agli interventi in parete per il mantenimento della qualifica e per la preparazione dei propri tecnici. Grazie a una convenzione che permette di rendere ancora più tempestivi ed efficaci determinati interventi e simulazioni, era presente anche l’elicottero di Regione Lombardia, che opera in ambiente impervio in caso di calamità naturali, su tutto il territorio regionale, con il recupero e il trasporto di soccorritori e materiali.


Esercitazione Soccorso Alpino - Saviore AdamelloDurante le simulazioni i tecnici del Soccorso Alpino, dopo avere raggiunto la diga di Salarno con i mezzi fuoristrada, hanno potuto utilizzare l'elicottero per raggiungere le pareti prescelte per l'attività.

Hanno poi proseguito con le operazioni in modo autonomo, come spesso accade anche durante gli interventi effettivi, quando per esempio le condizioni meteo non consentono l'intervento dell'elisoccorso sanitario di Areu. In Val Salarno, con una serie di calate hanno raggiunto il figurante (la persona che rappresenta l’infortunato); una volta effettuato l’ipotetico trattamento sanitario, lo hanno calato fino alla base della parete e infine trasportato fino al rifugio.


Negli ultimi anni, in molte valli bresciane, come la Val Salarno, la Valle Adamè o Val Miller, solo per citarne alcune tra le principali, sono stati aperti numerosi itinerari di arrampicata, con un conseguente aumento della frequentazione da parte di numerosissimi climber. Come per le altre tipologie di intervento, i tecnici del Soccorso alpino seguono regolarmente corsi di formazione e addestramento, per essere sempre preparati in caso di bisogno. Le simulazioni servono proprio per mettere in pratica le nozioni acquisite. Grande l’entusiasmo da parte dei soccorritori, che hanno dimostrato professionalità e competenza, dedicando tre giornate a elevare sempre di più il loro grado di specializzazione nel soccorso in ambiente impervio e ostile.

Ultimo aggiornamento: 25/09/2020 05:40:13
POTREBBE INTERESSARTI
Verrà utilizzato in Trentino Alto Adige e Triveneto
Desenzano dle Garda (Brescia) - L’ospedale di Desenzano ha recentemente aumentato l'offerta specialistica aprendo un...
Contà (Trento) - Si è tenuta nella sede municipale di Cunevo, una delle frazioni assieme a Terres e Flavon del Comune di...
ULTIME NOTIZIE
Livigno – Dopo Flora, fresca di riconferma del titolo Mondiale Junior di Big Air, vinto poche settimane fa proprio sulle...
Trento - "Carcere di Trento: a fare le spese del naufragio del progetto è il personale, Si verificano ormai con...
Egna (Bolzano) - Le autorità competenti del Land Tirolo e delle Province Autonome di Trento e Bolzano hanno diffuso i...