Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Lockdown, la Lombardia resta zona gialla. Fontana: “Serve attenzione e servono i vaccini”

venerdì, 19 febbraio 2021

Sondrio – Nel giorno in cui vengono declassati altri territori e vengono invocate misure più aspre per il lockdown in tutta Italia, la Lombardia resta zona gialla. Scampato così il pericolo di un declassamento che avrebbe messo ancora più in difficoltà cittadini e imprese: il lockdown resta per il momento “light”. Soddisfazione dai vertici della Regione, col governatore Fontana che rivendica la propria strategia di aver localizzato e isolato con zone rosse i Comuni a più alto contagio. “Azioni mirate a mantenere la Lombardia il più possibile libera da restrizioni.  Serve massima attenzione da parte di tutti e serve che arrivino i vaccini”, aggiunge il presidente lombardo.

Nel resto d’Italia, zona arancione per Molise, Campania ed Emilia Romagna. Bolzano e Umbria, alle prese con l’emergenza covid, dovrebbero diventare zona rossa, anche se praticamente già lo erano con ordinanze regionali.

MORATTI: “CAMBIO DI MARCIA”

Tutto il lavoro e lo sforzo organizzativo dell’assessorato al Welfare e la puntuale raccolta di dati hanno permesso di mantenere Regione Lombardia in zona gialla, secondo le conferme che giungono dalla Cabina di regia e dal Cts.

“Sono particolarmente grata a tutti i collaboratori dell’assessorato – commenta la vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti – che con abnegazione si sono spesi anche questa settimana per monitorare puntualmente tutti i dati al fine del mantenimento della zona gialla utile a garantire la laboriosità del tessuto lombardo. Tale risultato riconosce anche l’impegno di tutti i cittadini nell’osservare scrupolosamente le regole anti contagio dettate dal Ministero della Salute, confermando che soltanto uniti potremo sconfiggere la pandemia”.

“Sono molto contenta – conclude Moratti – del grande lavoro svolto dal commissario Guido Bertolaso che ha consentito l’avvio della campagna di vaccinazione con numeri al di sopra delle aspettative. Con questi risultati stiamo realizzando un autentico cambio di marcia per la nostra regione”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136