Ad
a
Ad
Ad


Guardia medica: scatta l’allarme in Valle Camonica e Valtellina

domenica, 29 maggio 2022

Breno – E’ allarme per il servizio di Guardia medica nel periodo estivo. Infatti Ats della Montagna è finora riuscita a individuare e ad affidare l’incarico per tre mesi a solo 5 medici. La necessità per la Valle Camonica e la Valtellina, territorio di competenza di Ats della Montagna, è di almeno il triplo nel periodo estivo.

Con i cinque incarichi affidati dal 1° giugno al 31 agosto sono stati coperti i servizi di Guardia medica a Piamborno, Pisogne, per quanto riguarda la Valle Camonica, Livigno, Lanzada e Tirano in provincia di Sondrio. La carenza di medici inizia a farsi sentire, soprattutto nelle valli, e il rischio è che ci siano zone scoperte del servizio durante l’estate. Infatti Ats della Montagna, per la medicina generale, ha attinto dalla lista di 55 nominativi e nessuno ha accettato, mentre dalla graduatoria dell’avviso pubblico per Guardia medica dal 1° giugno al 31 agosto solo 5 su 78 hanno accolto la proposta.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136