Ad
Ad


Covid-19, 115 morti in Lombardia e quattro nuovi decessi in Trentino Alto Adige

venerdì, 14 gennaio 2022

Bolzano – 115 morti con Covid-19 in Lombardia in un giorno, lieve aumento di ricoveri in regione. A fronte di 214.163 tamponi effettuati, sono 33.856 i nuovi positivi (15,8%). I dati di oggi:
– i tamponi effettuati: 214.163, totale complessivo: 27.463.252
– i nuovi casi positivi: 33.856
– in terapia intensiva: 262 (+5)
– i ricoverati non in terapia intensiva: 3.469 (+17)
– i decessi, totale complessivo: 35.777 (+115)

I nuovi casi per provincia:

Milano: 10.450 di cui 4.188 a Milano città;
Bergamo: 2.999;
Brescia: 4.473;
Como: 1.998;
Cremona: 1.087;
Lecco: 897;
Lodi: 821;
Mantova: 1.433;
Monza e Brianza: 2.709;
Pavia: 1.855;
Sondrio: 961;
Varese: 2.976.

I pazienti covid-19 in cura all’Ospedale Morelli di Sondalosono 95, 51 dei quali non vaccinati, pari a oltre il 50% del totale. Inoltre, tra i pazienti che hanno ricevuto il vaccino ve ne sono molti affetti da altre patologie, un’appendicite, una frattura, risultati positivi al tampone a cui sono stati sottoposti al momento del ricovero, che non soffrono di problematiche legate al covid-19. Non vaccinato era l’ottantenne deceduto nei giorni scorsi come pure i due pazienti in gravi condizioni che stanno per essere trasferiti in Terapia intensiva in uno degli ospedali accreditati dalla Regione. Nell’ultima settimana è ulteriormente cresciuto il numero dei ricoveri giornalieri, da 10 si è passati a una media di 20 e oltre, ma molti pazienti sottoposti alle cure vengono fortunatamente dimessi entro pochi giorni. Da lunedì scorso si sono registrati 101 ricoveri e 85 dimissioni: un saldo negativo che evidenzia la gravità della situazione. Ai 95 pazienti in cura si aggiungono i cosiddetti paucisintomatici, ovvero con lievi sintomi, in via di guarigione, una ventina in totale. L’impegno di medici, infermieri e personale sociosanitario, tra i quali vi sono pure molte defezioni a causa del coronavirus, è massimo, per garantire cura e assistenza ai pazienti ma anche sul fronte dei tamponi, nei drive through e in laboratorio, e delle vaccinazioni.

La campagna vaccinale procede a pieno ritmo per la somministrazione di prime, seconde e terze dosi ai cittadini, per i bambini dai 5 agli 11 anni sono in calendario sedute dedicate. Nei centri di Chiavenna, Morbegno, Sondrio, Villa di Tirano e Sondalo sono previste circa 16 mila vaccinazioni alla settimana e chi prenota ottiene l’appuntamento entro pochi giorni.

DUE MORTI IN TRENTINO, ALTRETTANTI IN ALTO ADIGE

In Trentino oggi il bollettino quotidiano covid-19 riporta 2 nuovi decessi e 2.234 nuovi contagi mentre, sul fronte dei ricoveri ospedalieri, si contano 10 nuovi ingressi ai quali si contrappongono 13 dimissioni: il numero attuale di pazienti diventa pertanto pari a 148, di cui 23 in rianimazione. Le vaccinazioni nel frattempo si portano a quota 1.043.057, comprese 399.456 seconde dosi e 203.714 terze dosi.

Nel dettaglio, sono 116 i casi trovati positivi al tampone molecolare (su 1.308 test effettuati) e 2.118 quelli all’antigenico (su 11.651 test effettuati). I molecolari hanno anche confermato 166 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi.

Scorrendo questi dati per fasce di età ne esce la seguente situazione:
58 nuovi contagi tra 0-2 anni,
65 tra 3-5 anni,
133 tra 6-10 anni,
92 tra 11-13 anni,
157 tra 14-18 anni,
731 tra 19-39 anni,
695 tra 40-59 anni,
184 tra 60-69 anni,
60 tra 70-79 anni e
59 di 80 o più anni.

Ieri le classi in quarantena erano 70. Oggi si contano anche 1.331 nuovi guariti che portano il totale a 60.773. Entrambe i decessi sono avvenuti in ospedale e riguardano due uomini rispettivamente sui 75 e sugli 85 anni, entrambe con patologie; uno dei due non era vaccinato.

Alto Adige
I laboratori dell’Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno effettuato 2.615 tamponi PCR e registrato 405 nuovi casi positivi. Inoltre 2.066 test antigenici positivi. A livello provinciale ad oggi (14 gennaio) sono stati effettuati in totale 802.017 tamponi su 282.801 persone.

I numeri in breve:

Test PCR:

Tamponi effettuati ieri: (13 gennaio ): 2.615

Nuovi casi testati positivi da PCR: 405

Numero delle persone testate positive al coronavirus: 124.519

Numero complessivo dei tamponi effettuati: 802.017

Numero delle persone sottoposte al test PCR: 282.801 (+829)

Test antigenici:

Numero complessivo test antigenici: 2.893.477

Test antigenici eseguiti ieri: 13.214

Numero delle persone testate positive dai test antigenici: 2.066

Test nasali eseguiti fino al 13.01.2022: 1.355.915 test totali, 7.701 risultati positivi, di cui 2.255 confermati, 462 PCR negativi, 4.984 in attesa del risultato/non confermati con testo entro 3 giorni.

Dati casi positivi del (13.01.) per fascia d’età:
0-9: 257 = 10%
10-19: 489 = 20%
20-29: 416 = 17%
30-39: 356 = 14%
40-49: 373 = 15%
50-59: 363 = 15%
60-69: 123 = 5%
70-79: 58 = 2%
80-89: 25 = 1%
90-99: 10 = 0%
100+: 1 = 0%
Totale: 2.471 = 100%

Altri dati:

Pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri: 81

Pazienti Covid-19 ricoverati nelle strutture private convenzionate (postacuti): 58 (agg. al 10.01.2022 ore 19:00)

Pazienti Covid-19 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco: 63

Numero di pazienti Covid ricoverati in reparti di terapia intensiva: 17

Decessi complessivi (incluse le case di riposo): 1.327 (+2; 1M 80-89, 1M 90-99)

Persone in quarantena/isolamento domiciliare: 22.421

Persone che hanno concluso la quarantena e l’isolamento domiciliare: 189.964

Persone alle quali sinora sono state imposte misure di quarantena obbligatoria o isolamento: 212.385

Guariti totali: 103.351 (+631)

*Il numero delle persone testate positive al coronavirus di ieri (13.01.) è stato corretto da 122.054 a 122.048 dalla ripartizione informatica a fronte di un ricalcolo.

Attualmente, circa 20.000 altoatesini ed altoatesine si trovano in isolamento a causa di un’infezione da Covid. Per concludere l’isolamento nei tempi previsti ora è possibile eseguire il test anche presso molte farmacie e numerosi Medici di Medicina Generale.
A causa dell’alto numero di infezioni e della relativa elevata richiesta di test per porre fine all’isolamento, attualmente l’Azienda sanitaria dell’Alto Adige non è più in grado di offrire appuntamenti presso le proprie postazioni di test (“drive-in”) in tempi sufficientemente rapidi.

Pertanto, si ricorda che i test per la conclusione dell’isolamento possono essere eseguiti anche in moltissime farmacie, presso la stragrande maggioranza dei Medici di Medicina Generale e Pediatri di Libera Scelta nonché nei Centri per i test allestiti nei diversi comuni (vedi http://asdaa.it/test). A tal fine, il cittadino/la cittadina deve presentare la lettera dell’Unità di sorveglianza epidemiologica contenente l’ordine di isolamento per determinare se il periodo di tale isolamento possa effettivamente essere concluso. Le farmacie, i Medici di Medicina Generale i Pediatri di Libera Scelta ed i Centri per i test devono inviare i relativi risultati negativi all’Azienda sanitaria. L’Unità di sorveglianza epidemiologica emette infine la notifica ufficiale della fine dell’isolamento e la invia al cittadino/alla cittadina.

L’isolamento non può essere terminato prima della fine del periodo previsto, che a sua volta dipende dallo stato di salute e di vaccinazione della persona interessata: coloro che hanno già effettuato la vaccinazione di richiamo o hanno completato il ciclo vaccinale da non più di 120 giorni possono terminare l’isolamento dopo sette giorni. Tuttavia, il prerequisito per questo è l’assenza di sintomi da tre giorni, un test PCR o antigenico negativo e la notifica ufficiale della fine dell’isolamento da parte dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige

Se il ciclo di vaccinazione è stato completato da oltre 120 giorni o se la persona infetta non è vaccinata, il periodo di isolamento termina dopo almeno dieci giorni. Anche in questo caso, la persona interessata deve essere priva di sintomi da tre giorni, avere un test PCR negativo o un test antigenico negativo e la conferma di fine isolamento rilasciata dall’Azienda sanitaria dell’Alto Adige.
I test per terminare il periodo di isolamento sono gratuiti se vengono effettuati rispettivamente il 7° e il 10° giorno presso le farmacie o i Medici di Medicina Generale oppure i Pediatri di Libera Scelta. Se i test vengono effettuati in un Centro privato o in uno dei Centri comunali per i test, sono a pagamento.

L’Azienda sanitaria dell’Alto Adige coglie l’occasione per fare appello alla responsabilità di ogni singolo individuo affinché la catena dei contagi possa essere interrotta.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136