Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Cultura e capitale umano, la Provincia di Sondrio "scommette sul futuro"

I finanziamenti per il territorio

Sondrio - Nell’ambito della variazione di assestamento generale e di verifica degli equilibri del bilancio di previsione 2024/2026 della Provincia di Sondrio, merita di essere valorizzato il contributo apportato durante il Consiglio provinciale dello scorso 20 giugno del Consigliere Omar Iacomella.

In seguito alla trattazione del terzo punto all’ordine del giorno (Articoli 175 e 193 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e successive modifiche e integrazioni. Variazione di assestamento generale e verifica degli equilibri bilancio di previsione 2024/2026.) da parte del Consigliere Alan Vaninetti, Iacomella ha, infatti, evidenziato come la Provincia - in tema di promozione della cultura - si stia attivando con grande impegno.

“Mi piace fare due calcoli veloci - ha commentato il Consigliere Iacomella - ed evidenziare come Regione Lombardia, in seguito dell’approvazione dell’Avviso Unico Cultura 2024, abbia stanziato risorse pari a 5,6 milioni di euro, di fatto 0,50 centesimi pro capite. La Provincia - ha proseguito - con questa variazione apposta oltre 410 mila euro con un investimento pro capite pari a 2,98 euro. Questo conferma la grande attenzione - che mi auguro possa ulteriormente crescere entro la fine dell’anno - che Palazzo Muzio ha riservato ad una sua specifica funzione, ovvero la programmazione culturale. Per questo ringrazio il Presidente, per la determinazione e la grande attenzione riservata alle diverse istanze provenienti dal territorio”.

Nel dettaglio sono stati impegnati 260 mila euro a favore del Sistema museale della Valtellina.
Su questo capitolo sono tre gli interventi principali con uno stanziamento di 80 mila euro per contribuire al progetto che vedrà Villa Visconti Venosta, a Grosio, diventare uno dei poli culturali di eccellenza della provincia di Sondrio, altri 80 mila euro per il museo dell’Homo Selvadego di Morbegno e 100 mila euro per Palazzo Vertemate Franchi in Val Bregaglia.

Altri 150 mila euro, invece, saranno destinati al sistema bibliotecario con particolare riferimento alle biblioteche dei capoluoghi di mandamento ad esclusione di quella di Sondrio appena interessata da un consistente intervento di riqualificazione grazie ai bandi del PNRR.

“Questi contributi - ha spiegato Iacomella - andranno a premiare le biblioteche più virtuose ovvero quelle che garantiscono un’attività continuativa a maggior beneficio degli studenti e dell’intera collettività”. Ulteriori 130 mila euro erano già stati stanziati per sostenere le associazioni no profit della provincia, attive in ambito culturale. Si arriva così ad un totale di 540 mila euro che, questa l’intenzione dell’amministrazione Menegola saranno ulteriormente incrementati entro la fine dell’anno con la programmazione della nuova AQST con particolare attenzione ai progetti di restauro e riqualificazione del patrimonio storico religioso locale.

“Mi permetto di riportare un dato - ha aggiunto il Presidente Menegola ringraziano il collega Iacomella. - La statistica afferma che per ogni euro investito in cultura si ha un ritorno di 2,4 euro in termini di crescita del PIL. Ora, non ne faccio una mera questione di innesco del PIL, ma per un territorio che ha una spiccata vocazione turistica investire nella valorizzazione del patrimonio artistico e culturale contribuisce ad ampliarne e qualificarne l’offerta. Un’offerta che, a mio avviso, deve diventare sempre più qualitativa su tutti i fronti: ambientale, sportivo, enogastronomico, ricettivo e dunque anche artistico e culturale”.

“La Provincia investe in opere e infrastrutture - ha concluso il Consigliere Alan Vaninetti - ma riserva grande attenzione, come abbiamo visto, anche al settore culturale e sociale. Basti pesare ai contributi a favore degli studenti universitari (100 mila euro per il Bando alloggi), alle borse di studio (100 mila euro), al Bando giovani e orientamento (altri 100 mila euro) e al recente contributo di 150 mila euro stanziato a favore della Fondazione Pro Valtellina”.
Ultimo aggiornamento: 25/06/2024 06:05:38
POTREBBE INTERESSARTI
Livigno (Sondrio) -  “Livigno è incoronata la stazione sciistica più amata d’Italia per il miglior servizio clienti.La...
La Procura attende le memorie difensive degli indagati
ULTIME NOTIZIE
Trento - La vicenda dell'orso tiene banco in Trentino, oggi l’assessore provinciale Roberto Failoni ha visitato in...
Trento – La Dolomiti Energia Trentino inizierà il suo percorso europeo con un grande classico, ossia la lunga trasferta...
Pinzolo (Trento) - Per la seconda estate consecutiva il Torino Football Club 1906 sceglie Pinzolo per il ritiro...