Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Sondrio: convegno su Andreotti, è scontro tra Cgil e dirigente UST

mercoledì, 13 novembre 2019

Sondrio – Il convegno sulla figura di Giulio Andreotti divide la Federazione dei Lavoratori della Conoscenza della CGIL Sondrio e l’Ufficio Scolastico provinciale. Secondo i primi è “Fuori luogo la celebrazione di una figura di equivocabile statura etica e morale e che venga proposto come corso di formazione per studenti”.

Oggi si terrà un convegno organizzato in occasione del centenario dalla nascita di Giulio Andreotti. il vonvegno ha il patrocinio dell’Ufficio Scolastico provinciale. “Siamo convinti che, data la complessità e delicatezza del momento storico in cui ci troviamo e che stiamo vivendo a livello sociale e culturale, sia di fondamentale importanza la delicatezza e sensibilità che in particolar modo gli uffici territoriali debbano usare in occasione di patrocinio a convegni, commemorazioni, corsi di formazione che dovrebbero a nostro avviso essere collegati e ispirati a figure di indiscutibile e inequivocabile statura etica e integrità morale”, è il commento della Federazione dei Lavoratori della Conoscenza della CGIL Sondrio.

Fabio Molinari, Dirigente Ust SondrioLA REPLICA - Immediata la replica del dirigente Ust di Sondrio, Fabio Molinari  (nella foto): “Trovo del tutto inopportuna la comunicazione giunta questa mattina agli Organi di Comunicazione da parte della FLC Cgil Sondrio senza nemmeno un preliminare colloquio con il sottoscritto, da sempre disponibile al confronto. Giulio Andreotti è un personaggio che appartiene alla nostra storia e noi vogliamo offrirne una lettura da parte dei famigliari senza entrare nel merito delle vicende strettamente politiche. Confido nella capacità critica degli studenti e dei loro insegnanti per farsi un’idea propria rispetto a ciò che sentiranno nel corso dell’incontro poiché trovo che questo sia il compito della scuola”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136