Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-
Venerdì, 30 ottobre 2020

Pian Camuno, coppia di spacciatori fermata nuovamente dai carabinieri

Darfo Boario Terme - Fermati dai carabinieri dopo lo spaccio di stupefacenti, nuovi guai per una coppia camuna. Erano finiti nella rete dei controlli dei Carabinieri della Compagnia di Breno lo scorso aprile, quando in pieno lockdown dovuto all’emergenza sanitaria Covid-19, erano stati arrestati perché trovati in possesso di alcune dosi di cocaina. I militari erano riusciti a dimostrare che parte della droga era destinata a un cliente, che attendeva la consegna a domicilio e che aveva effettuato il pagamento mediante un bonifico su una carta di credito in uso ai due arrestati.


Carabinieri - controlli - Valle CamonicaI protagonisti della vicenda sono un 57enne e una 51enne, tutti e due residenti in bassa Valle Camonica. L'altro pomeriggio, i carabinieri hanno pedinato l’auto in uso ai due, accertando la vendita di una dose di cocaina a favore di un giovane residente a Lovere (Bergamo).

Fermato l’acquirente, i militari hanno proceduto al controllo dell’auto alla guida della quale c’era la donna. La 51enne provava a buttare in terra un secondo involucro di coca che veniva però recuperato.


Dagli accertamenti è emerso che il suo compagno, residente a Darfo Boario Terme (Brescia), aveva finito di scontare due giorni prima una condanna in regime di detenzione domiciliare e all’atto della scarcerazione era stato sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza. Quel pomeriggio, per effettuare le consegne a domicilio dello stupefacente, aveva però violato gli obblighi, essendosi recato in vari paesi della Valle Camonica e della limitrofa provincia bergamasca.


Concluse le dovute verifiche, i carabinieri hanno arrestato la donna per spaccio e il compagno per la violazione degli obblighi della misura di prevenzione. Il loro arresto è stato convalidato. Nei confronti della 57enne è stato disposto l’obbligo di dimora a Pian Camuno (Brescia), mentre per il compagno, già sottoposto alla sorveglianza speciale, non è stata applicata nessuna nuova misura restrittiva.

Ultimo aggiornamento: 30/10/2020 14:39:13
POTREBBE INTERESSARTI
Il bilancio tracciato dall'ufficio fostestale della Provincia di Bolzano
Messaggio: "Il karate andrebbe insegnato, è uno strumento per educare alla disciplina"
ULTIME NOTIZIE
Folgaria, il provvedimento scatta dalle 19 fino al mercoledì mattina
Il consigliere provinciale Patt invita a una riflessione e al coinvolgimento della comunità trentina
22/04/2024 09:00 - 22/04/2024 23:30
22/04/2024 10:30 - 22/04/2024 23:59
22/04/2024 11:00 - 22/04/2024 23:30