Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Brescia, inchiesta Leonessa: al Riesame la posizione di tre colletti bianchi

lunedì, 4 novembre 2019

Brescia – Settimana importante per alcuni degli indagati della maxi inchiesta “Leonessa”. Sarà valutata la posizione di alcune delle persone finite in carcere o ai domiciliari. Intanto è tornato in libertà il commercialista Mauro Rigamonti: il tribunale del Riesame di Brescia ha accolto l’istanza del difensore del professionista sul difetto di motivazione e la carenza delle esigenze cautelari.

La maxi inchiesta “Leonessa, coordinata dal Pm Paolo Savio della Procura di Brescia, lo scorso settembre aveva portato in carcere o ai domiciliari 69 persone, accusate a vario titolo di associazione mafiosa, corruzione, indebita compensazione e emissione di fatture per operazioni inesistenti, frode fiscale, traffico di influenze illecite e induzione indebita. Ora saranno valutate dal Riesame altre istanze di scarcerazione di tre colletti bianchi finiti nell’inchiesta.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136