Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Un progetto per rilanciare Campione del Garda

A Univela è stato presentato un piano di interventi

Tremosine (Brescia) - C’è futuro per Campione del Garda. A Univela si è svolto un incontro organizzato da Campione del Garda Nord per il rilancio del borgo che si affaccia su Garda.
Sono intervenuti il presidente Campione del Garda Nord Società Benefit, Torquato Bertani, quindi Lamberto Griffini ideatore del progetto, il presidente Consorzio Campione del Garda David Locatelli, Luca Vaghi direttore Unità operativa Regione Lombardia, in collegamento telefonico Barbara Mazzali assessore al Turismo, Marketing territoriale e Moda Regione Lombardia, Lara Magoni sottosegretario con delega allo Sport e alle politiche Giovanili di Regione Lombardia, l’assessore all’Ambiente Giorgio Maione ha inviato un messaggio scritto, Marco Esposito Consigliere Associazione Italiana guide Canyon. Alla presentazione è stato illustrato il progetto di sviluppo per la valorizzazione di Campione del Garda ideato dal professor Lamberto Griffini (foto credit Andrea Fanelli).

Campione del Garda, con il suo scenario mozzafiato, la sua natura incontaminata e il clima favorevole, possiede una vocazione unica e naturale per il turismo sportivo. Il vento, il lago e le montagne circostanti creano un ambiente perfetto per una varietà di attività sportive all'aperto, dal windsurf al trekking, dal kitesurf alla vela. L’ obiettivo è valorizzare queste risorse, creando un’esperienza turistica sostenibile e di alta qualità.

Il progetto non è solo un investimento economico, ma una vera e propria missione per preservare e potenziare la bellezza e le risorse di Campione del Garda. Lavorare a stretto contatto con la comunità locale, ascoltando le loro esigenze e collaborando con loro per creare opportunità di crescita e sviluppo. La visione è quella di un turismo che rispetti l’ambiente, che promuova lo sviluppo locale e che offra esperienze autentiche ai visitatori.

Campione del Garda Nord ha sviluppato una serie di iniziative che spaziano dalla riqualificazione delle infrastrutture turistiche, all’organizzazione di eventi sportivi internazionali, attività che combinano sport, cultura e turismo sostenibile. Tra le proposte concrete, si includono la modifica della viabilità per migliorare la vivibilità e la sicurezza, la creazione di percorsi pedonali protetti, zone a traffico limitato e aree di parcheggio destinate ai residenti.

L’ impegno è quello di garantire che ogni aspetto del progetto sia realizzato con la massima attenzione alla sostenibilità ambientale e alla valorizzazione del patrimonio naturale e culturale del territorio. “C’è entusiasmo nel valutare le opportunità che ci attendono e siamo convinti che, con il supporto e collaborazione di tutti, riusciremo a trasformare Campione del Garda in una destinazione di riferimento per il turismo sportivo. Insieme, possiamo far sì che questo luogo straordinario esprima al meglio le sue incredibili potenzialità” queste le parole del Presidente di Campione del Garda Nord Torquato Bertani.

RILANCIAMO INSIEME CAMPIONE
Progetti per lo sviluppo del borgo
Campione del Garda Nord srl - Società Benefit è nata nel 2022 per iniziativa di tre imprenditori che hanno a cuore il borgo di Campione, luogo di natura e sport. La missione di detta società è l’ottenimento di benefici per la collettività di Campione e l’ambiente circostante. Dalla sua nascita, la Campione Del Garda Nord Srl ha avviato azioni e iniziative per contrastare e rimediare lo stato di abbandono della frazione, focalizzandosi in particolare nella parte nord, quella più avanti nel completamento del progetto generale di recupero di Campione e coinvolgendo diversi stakeholder. La società ad inizio 2023 ha rilevato tutte le aree della zona nord rimaste in possesso della Campione del Garda SpA, in occasione dell'asta pubblica promossa dalla procedura fallimentare; aree per la maggior parte destinate nel piano particolareggiato ad opere di urbanizzazione. Tale azione ha di fatto impedito che queste aree finissero in un limbo della procedura di liquidazione ormai giunta al termine, così da poter sostituire un soggetto fallito con uno valido che avesse a cuore la situazione del borgo di Campione nel dialogo sul suo futuro. Si è quindi dato inizio all'organizzazione dei processi di lavoro seguendo in primis criteri fondamentali come la pulizia del paese, e la sicurezza nel rispetto del progetto del Piano Particolareggiato. Responsabilità, sostenibilità e trasparenza, unite all’equilibrio tra gli interessi dei soci e quelli della comunità, caratterizzano la Campione Benefit, rendendola più adatta alle sfide e alle opportunità dei mercati moderni. La relazione di Impatto da noi presentata nel 2023 offre un quadro generale che inquadra e illustra l’evoluzione storico-sociale, economica, urbanistica e paesaggistica di Campione sul Garda.

Il PROBLEMA
Campione del Garda, frazione del Comune di Tremosine, dal momento della messa in liquidazione coatta di Coopsette nel 2015, versa in uno stato di “immobilismo, incertezza e complicatezza”.

Per comprendere appieno l’attuale situazione, è essenziale esaminare l’evoluzione storica di questo borgo che è stato flagellato da una serie di sventure.
Il borgo che da sempre era stato quasi completamente di un’unica proprietà privata (Feltrinelli prima e Olcese dopo) vede l’approvazione di un ambizioso piano particolareggiato di iniziativa pubblica approvato nel 2005, avviato alla realizzazione dal proprietario/costruttore Coopsette (una delle più grandi società cooperativa di costruzioni italiana).

Purtroppo, il tutto è naufragato prima di arrivare a metà dell’opera, a causa delle difficoltà economiche del costruttore e della sua controllata Campione del Garda Spa (finite poi in liquidazione coatta la prima e in fallimento la seconda).

Sempre negli ultimi dieci anni Campione ha visto anche una intricata vicenda giudiziaria fatta di sequestri e sentenze legate al piano particolareggiato e ai soggetti privati in liquidazione o falliti. Di fatto non c’era più un interlocutore che sostanzialmente era (e lo è ancora in buona parte) il proprietario della maggior parte del territorio del borgo di Campione.

Oltre tutta questa vicenda il borgo lacustre a fine 2014 viene colpito da una frana che rende parzialmente inutilizzabile il parcheggio principale del paese, la mancanza di un interlocutore con degli interessi, la complessità della vicenda giudiziaria, l’inerzia della pubblica amministrazione, hanno reso la situazione inestricabile, aprendo così ad un decennio difficile rispetto a quanto era stato immaginato per Campione.

Tale situazione, oggettivamente complicata, che richiede un collaborativo dialogo di tutte le parti coinvolte per ripartire e completare l’obiettivo principale del piano originario, con tutte le varianti necessarie, e così ottenere finalmente di valorizzare il borgo di Campione attraverso la dotazione di parcheggi adeguati, il completamento della viabilità prevista e quasi totalmente realizzata, completando l’aspetto chiave della pedonalizzazione del lungolago e delle vie tra le abitazioni e la piazza, per garantire sicurezza, vivibilità e qualità a tutti i residenti e visitatori che in stagione affollano il borgo per godere delle caratteristiche uniche di Campione.

PROPOSTE
Due principali linee di azione: primo gruppo di interventi temporanei ma immediatamente realizzabili, pensati in attesa di soluzioni permanenti relative allo sviluppo della zona di Campione Sud, più altri progetti da valutare nella zona Nord con la finalità di migliorare immediatamente la vivibilità e la sicurezza, in particolare: senso unico alternato con impianto semaforico per attraversamento della via principale che al momento è l’unica strada di collegamento tra Campione Nord e Campione Sud; creazione di un percorso pedonale protetto parallelamente al senso unico di attraversamento; zona a traffico limitato ZTL da Aprile a Ottobre per le vie dei residenti, proprietari e attività di Campione Del Garda zona Nord; aree di parcheggio destinate ai soli residenti, attività e immobili della zona Campione Nord

Inoltre nel 2023 è stato finanziato insieme al Consorzio Campione del Garda, uno studio tecnico-economico che analizza il problema della messa in sicurezza della falesia sovrastante la parte nord dell’abitato che consideriamo rilevante per il futuro di campione. La realizzazione di tali opere permetterebbe infatti di recuperare il Park Nord già realizzato e in buona parte di proprietà pubblica, oltre che rendere possibile togliere il traffico dal centro dell’abitato e dal lungolago.

Tale studio elaborato dallo Studio Griffini è stato presentato a fine febbraio 2024 agli enti pubblici nel processo di VAS propedeutica al nuovo PGT in corso, con il titolo: “Analisi condizioni di stabilità e valutazione possibili interventi di stabilizzazione e mitigazione del rischio della porzione di fronte situata all’estremità meridionale della falesia settentrionale della frazione Campione del Garda, situato a monte dell’area interessata dal crollo del 19.11.2014 e incombente sulla zona apicale del conoide del Torrente San Michele e su via Cozzaglio.”

Tremosine sul Garda si può chiamare così perché una delle sue 18 frazioni è direttamente a lago: Campione, la piccola penisola tanto amata da velisti e surfisti di tutto il mondo che adeguatamente recuperata dal degrado attuale potrebbe portare molta più fama e ricchezza a tutto il territorio e più in generale al Garda e a Regione Lombardia.

La roccia che sovrasta Campione, vista da molti inesperti come un qualcosa di pericoloso che incute e fa vivere nell’incertezza, è proprio colei che scaldandosi crea delle differenze termiche contrastanti con l’acqua del lago e rende questo luogo la perfetta macchina del vento, Peler da Nord al mattino e Ora da sud al pomeriggio. L’acqua gelida della diga e la valle San Michele, nelle caldissime giornate estive, crea una brezza di terra serale che non solo raffresca ambienti e persone meglio di qualsiasi aria condizionate, ma permette ai velisti professionisti di programmare un terzo allenamento notturno in condizioni tecnicamente differenti dalle sessioni mattutine e pomeridiane.

E’ la natura la prima attrazione di Campione, seguita a ruota dagli sport acquatici legati al vento come vela, windsurf, kitesurf, kite foil, wingfoil, o canyoning nel torrente San Michele. Il trekking grazie ai 2 spettacolari sentieri che collegano Campione agli altipiani di Tremosine e Tignale, e l’arrampicata grazie alle 17 pareti attrezzate Porto - Tremosine con una vista mozzafiato sul lago, a soli 10 minuti a piedi da Campione. I numeri di chi trova a Campione la meta ideale per fare turismo sportivo sono elevati, ma ad oggi chi arriva qui non trova sufficienti servizi di ospitalità, ristorazione, commercio.
Ultimo aggiornamento: 16/05/2024 22:32:04
POTREBBE INTERESSARTI
Al ballottaggio ha vinto la colazione di centrodestra sostenuta da Chiari al centro
Ha presentato i concorsi "Fiormaggi" e "Un fiore nel piatto" al festival Gustò di Orbassano
Il Basket in Carrozzina con la società di Rovato protagonista
Stasera primo consiglio comunale dopo le elezioni dell'8 e 9 giugno
Dala giornata odierna a venerdì 28 giugno via Diaz resterà chiusa
ULTIME NOTIZIE
Brilla Manuel Verzeroli, primo nella categoria Yout
Il tempestivo intervento dei carabinieri ha evitato il peggio
24/06/2024 14:15 - 24/06/2024 18:30
24/06/2024 14:30 - 24/06/2024 23:30
24/06/2024 15:27 - 24/06/2024 18:45