Ad
Ad


Riva del Garda ospita Addictus 2021: svelato il programma

lunedì, 29 novembre 2021

Riva del Garda – Un evento del tutto originale, nato con l’obiettivo di creare un linguaggio comune, tale da mettere in contatto ricercatori scientifici e operatori del settore delle dipendenze con la società civile. E’ Addictus 2021, il 3° Forum Nazionale sulle Dipendenze Patologiche, in programma al Centro Congressi di Riva del Garda (Bolzano) dal 3 al 5 dicembre prossimi e presentato oggi (nella foto da sinistra Alessandra Albarelli, direttrice generale di Riva del Garda Fierecongressi; Cristina Santi, sindaco di Riva del Garda; Anna Franceschini responsabile scientifico Addictus e Direttore presso l’Unità Operativa Dipendenze e Alcologia dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento; Emiliano Stoppini, Cassa Rurale Alto Garda e Rovereto e sullo schermo Fabio Lugoboni, responsabile scientifico Addictus e Responsabile del Servizio di Medicina delle Dipendenze dell’Azienda Ospedaliera di Verona).

ADDICTUIS 2021 – Promosso grazie alla sinergia tra Servizio di Medicina delle Dipendenze dell’Azienda Ospedaliera di Verona, Centro Lotta alle Dipendenze Onlus e Unità Operativa Dipendenze e Alcologia dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento, con la regia organizzativa di Renbel Group Meeting & Eventi e Riva del Garda Fierecongressi, l’appuntamento si propone di offrire contenuti di alto livello scientifico, in cui parlare di dipendenze patologiche, più o meno conosciute, e dipanare dubbi o preconcetti in merito a un fenomeno oggi più che mai attuale. Novità di questa edizione, l’attivazione di uno sportello d’ascolto che sarà aperto nell’ambito del congresso nelle giornate di sabato 4 e domenica 5 dicembre, per consentire a coloro che hanno problemi di dipendenza, amici e familiari, di confrontarsi e parlare liberamente della propria situazione con esperti, medici e specialisti.

La direttrice di Riva del Garda Fierecongressi, Alessandra Albarelli, ha illustrato gli obiettivi di Addictus 2021 che per la prima volta si svolge a Riva del Garda e il sindaco  ha posto l’accento sulla prevenzione delle dipendenze.

“Addictus nasce con l’obiettivo di promuovere e diffondere contenuti scientifici con un linguaggio che possa essere inteso da una fascia ampia di popolazione, coinvolgendo quindi non solo gli addetti ai lavori, ma anche insegnanti, genitori e la comunità tutta, spesso disinformata da un uso impreciso dei dati scientifici o da una comunicazione improntata su un fuorviante sensazionalismo” spiegano la dottoressa Anna Franceschini e il dottoressa Fabio Lugoboni, responsabili scientifici dell’evento.

Numerosi i temi caldi che saranno affrontati nelle tre giornate di congresso, anche in relazione agli effetti generati dalla pandemia: “La solitudine e l’isolamento dovuto al lockdown ha provocato peggioramenti nelle condizioni di persone con dipendenze patologiche, che oggi in Italia sono circa un milione. La 3° edizione di Addictus riunirà specialisti di tutta Italia per fare il punto e delineare le sfide future per prevenire o curare efficacemente la malattia delle dipendenze che, siano esse da droghe, alcol, farmaci o comportamentali, hanno una radice comune e devono ricevere la stessa considerazione delle altre malattie, sia organiche che mentali”, precisa Fabio Lugoboni.

IL PROGRAMMA – La prima giornata, venerdì 3 dicembre, sarà principalmente rivolta ai sanitari e verterà sul problema della dipendenza da sonniferi-ansiolitici, problema tanto grave quanto trascurato.

La seconda giornata, sabato 4 dicembre, verterà sui disturbi infantili che predispongono alle dipendenze e cercherà di coinvolgere professionisti, associazioni di genitori, insegnanti, con spazi di dibattito dove sarà possibile approfondire a piccoli gruppi tematiche specifiche tra specialisti e popolazione. Il pomeriggio, dalle ore 14.30 alle ore 16.30, sarà inoltre attivo lo sportello gratuito aperto al pubblico allestito presso il Centro Congressi, dove esperti e specialisti si metteranno a disposizione della popolazione a titolo gratuito per offrire ascolto, consulenza e informazioni.

La terza giornata, domenica 5 dicembre, avrà invece le caratteristiche della corretta informazione e darà spazio a una panoramica a tutto tondo sulle dipendenze patologiche: approfondimenti sulle più comuni dipendenze, spiegate alla popolazione in modo semplice ma scientificamente corretto. Anche domenica sarà attivo lo sportello aperto al pubblico, la mattina dalle 10 alle 12 e il pomeriggio dalle 15 alle 16.

Riva del Garda Fierecongressi ha creduto e lavorato ad Addictus andando oltre il proprio ruolo di spazio per eventi, perché crede nella ricaduta culturale e sociale che le tematiche del congresso porteranno sul territorio – aggiunge il Roberto Pellegrini, Presidente di Riva del Garda Fierecongressi – La cosiddetta “legacy” degli eventi ha in questa occasione un impatto straordinario sulla comunità con l’attivazione degli sportelli aperti alle famiglie e alle persone”.

In linea con gli attuali protocolli di sicurezza, è possibile partecipare all’evento solo se muniti di Green Pass. Per partecipare e accedere allo sportello aperto al pubblico, è possibile iscriversi gratuitamente sul sito www.addictus.it.

L’evento è promosso da Servizio di Medicina delle Dipendenze dell’Azienda Ospedaliera di Verona, Centro Lotta alle Dipendenze Onlus e Unità Operativa Dipendenze e Alcologia dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento, organizzato da Renbel Group Meeting & Eventi e Riva del Garda Fierecongressi con il sostegno della Cassa Rurale Alto Garda e Rovereto, dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona e di Riva del Garda Fierecongressi, patrocinato da Provincia autonoma di Trento, Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136