Ad

w

Ad
Ad


Pazienti oncologici lombardi, Tironi: il Consiglio regionale in prima linea per azioni urgenti

mercoledì, 2 dicembre 2020

Brescia – Proroga sino a dicembre 2021 dell’esenzione per pazienti con tumore, rafforzamento nell’impegno in tema di screening con la garanzia di continuità, incremento della telemedicina e prosecuzione delle attività di comunicazione istituzionale rivolte ai pazienti oncologici e ai caregiver di famiglia. Sono gli impegni che il Consiglio regionale ha affidato alla Giunta con una mozione a prima firma Tironi, approvata oggi.

Tironi - consigliere regionale - Forza ItaliaA meno di dieci giorni dalla riunione dell’Intergruppo regionale sui temi oncologici, il Consiglio regionale della Lombardia conferma e rafforza l’attenzione alla presa in carico dei pazienti oncologici in questi mesi complessi.

A formalizzare le istanze di professionisti e associazioni, la Vicepresidente della Commissione sanità e politiche sociali, Simona Tironi, che ha presentato una mozione urgente.

“Dai primi giorni dell’emergenza Covid-19 – commenta Tironi – la Giunta è intervenuta per organizzare e preservare l’attività oncologica. L’attenzione regionale è stata declinata nelle ASST e in alcune realtà, come agli Spedali Civili di Brescia, le attività non sono state interrotte ed anzi sono state messe a punto procedure utili a limitare l’impatto clinico di un eventuale posticipo degli interventi chirurgici. I bisogni dei pazienti oncologici in tutte le fasi della malattia sono però molti ed è fondamentale che trovino un ascolto concreto e azioni rapide e sostanziali per migliorare il loro percorso”.

In Italia, nel 2020, il numero di persone che vive con una diagnosi di tumore è stimato in circa 3,6 milioni. A livello nazionale, vengono diagnosticati circa 370.000 nuovi casi di tumori maligni all’anno.

Secondo quanto evidenziato anche dalla letteratura scientifica internazionale, la pandemia da Covid-19 ha determinato a livello globale un impatto sulle diagnosi, gli screening e i trattamenti e in generale la vita quotidiana dei pazienti, in particolare quelli oncologici.

“A differenza di altre Regioni – prosegue Simona Tironi – la Lombardia ha da tempo realizzato una rete oncologica regionale, la Rete Oncologica Lombarda, e in questi mesi difficili le strutture sanitarie che operano in Lombardia hanno continuato a lavorare a progetti importanti, ottenendo anche riconoscimenti come il Premio Lean Healthcare e Life Science AWARD 2020 assegnato alla Fondazione Poliambulanza di Brescia e all’IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori. L’impegno concreto espresso nella mozione che ho impostato e condiviso con i colleghi dell’Intergruppo “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere”, a partire dal Presidente Corbetta, vuole essere una conferma del fatto che la Lombardia è in prima linea al fianco di tutti i pazienti. Non è solo un impegno formale, ma la prova concreta dell’attenzione che su questi temi abbiamo ogni giorno”.

MOZIONI URGENTI APPROVATE
Nella seduta pomeridiana il Consiglio regionale ha discusso e approvato tre mozioni urgenti. Di seguito la sintesi dei contenuti di ciascuna.

Tutela dei negozi di commercio locale

Incentivare l’acquisto di prodotti locali, la nascita di piattaforme  di reti comunali tra i negozi di vicinato e al tempo stesso impegnarsi il con Governo e le istituzioni europee affinché venga istituita una web tax nei confronti delle grandi compagnie internazionali di vendita online. Sono alcune delle richieste contenute in una mozione urgente della Lega (primi firmatari Alessandro Corbetta e Silvia Scurati) approvata oggi all’unanimità dal Consiglio regionale con la quale si chiedono alla Giunta azioni e interventi  a tutela dei negozi di commercio locale.

Il documento evidenzia che la chiusura degli esercizi commerciali, resa in alcuni casi drammatica alle continue misure restrittive anti-Covid, oltre a provocare danno economico alle singole attività, porta incremento di disoccupazione e desertificazione dei centri abitati, eliminando un tessuto produttivo di commercio locale che finisce per impoverire i luoghi di aggregazione sociale e colpire nei servizi le persone più fragili.

Da qui la necessità di proteggere e tutelare il commercio locale, sostenendo l’innovazione digitale per costruire piattaforme e reti comunali che consentano alle attività di essere presenti nella vendita via web. Chiesto anche l’avvio di una campagna di sensibilizzazione per l’acquisto di prodotti locali e, per evitare una concorrenza sleale, l’istituzione della web tax nei confronti delle grandi piattaforme di vendita internet internazionali.

Il Partito Democratico ha chiesto la votazione per parte separate della mozione, votando tutti i deliberati del documento ad eccezione della parte riferita alla web tax, sulla quale si è astenuto “trattandosi di materia europea”.

Pazienti oncologici 

Proseguire con le attività di informazione, screening, tutela e continuità della presa in carico di pazienti oncologici nell’ambito dell’emergenza Covid19. E’ l’impegno contenuto nella mozione urgente, approvata questo pomeriggio all’unanimità in Aula e presentata da Simona Tironi (Forza Italia).

Aumentare la comunicazione istituzionale rivolta a pazienti oncologici e alle loro famiglie implementandola con campagne informative in relazione anche al Covid 19; rafforzare le attività di screening e di telemedicina connesse alla presa in carico; mantenere gli impegni assunti a favore dei pazienti oncologici, che in Italia sono quasi 4 milioni con una diagnosi di 370 mila nuovi casi ogni anno. Sono le richieste principali avanzate nel documento che impegna la Giunta a tenere alta l’attenzione su questo tema continuando a garantire le esenzioni per le malattie croniche e invalidanti, a valutare l’ampliamento delle fasce d’età per lo screening e a potenziare la Rete Oncologica Lombarda come sistema che permette la condivisione di  informazioni cliniche e la comunicazione tra medici e strutture sanitarie che attuano la prevenzione, l’assistenza e la cura delle persone affette da questo tipo di patologia.

Sostegno terapeutico per operatori sanitari 

Via libera del Consiglio regionale anche alla mozione urgente (primo firmatario Massimo De Rosa, M5Stelle) che chiede alla Giunta di individuare, nell’ambito delle previsioni di bilancio, risorse per il sostegno terapeutico e psicologico a favore degli operatori sanitari che hanno subito disturbi emotivi e psichici a causa della pandemia e dei giovani lombardi che hanno pesantemente subito le limitazioni dovute all’emergenza.

La mozione chiede inoltre alla Giunta di prevedere stanziamenti per programmare l’istituzione di questo servizio di sostegno terapeutico per tutti i cittadini che manifestano disturbi ansioso-depressivi come conseguenza del lockdown o della perdita dei loro cari durante l’emergenza sanitaria.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136