Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Valle Camonica, fuga dai controlli e spaccio: due arresti dei carabinieri a Cividate e Cedegolo

lunedì, 20 luglio 2020

Cividate Camuno – Due arresti in Valle Camonica da parte dei carabinieri: il primo dopo un inseguimento sulla Statale 42 del Tonale, il secondo legato allo spaccio di droga.

In particolare, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Breno hanno tratto in arresto un operaio 30enne, incensurato, residente a Sonico.

Carabinieri - controlli - notteI militari che stavano transitando sulla Statale 42 in direzione Brescia, giunti all’altezza dei distributori di carburante di Pian Camuno, hanno notato un Audi A3 che stava facendo un’inversione vietata per dirigersi verso l’alta valle.

Notata la manovra pericolosa i carabinieri hanno intimato l’alt al conducente. Il giovane ha prima rallentato, salvo poi lanciarsi a folle velocità verso Darfo Boario Terme. Il fuggitivo ha spento le luci dell’auto, ha eseguito numerosi sorpassi invadendo la corsia opposta e mettendo a serio rischio la sua incolumità, oltre a quella del passeggero e degli altri utenti che stavano viaggiando sulla statale.

Raggiunta l’uscita di Cividate Camuno, l’operaio ha effettuato una repentina svolta e si è diretto verso il centro del paese, tallonato dalla pattuglia del Radiomobile. In via IV Novembre l’Audi ha impattato e distrutto la recinzione di una casa e ha continuato a fuggire nonostante gli evidenti danni.

Nelle vie della piccola cittadina, il 30enne ha provato ad investire uno dei due Carabinieri, che è stato costretto a sparare alle gomme per mettere fine alla folle corsa. La sua fuga è terminata in via Broli, dove è stato bloccato e tratto in arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Il conducente è risultato positivo all’alcol test. Si attendono anche gli esiti degli esami tossicologici per verificare l’assunzione di sostanze stupefacenti. Sottoposto a rito direttissimo, il Giudice ha convalidato l’arresto.

DROGA, 20ENNE DI CEDEGOLO ARRESTATO
I carabinieri della Stazione di Cedegolo, hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 20enne del luogo, incensurato.

Il giovane, alla guida della propria autovettura, è stato fermato da una pattuglia della locale Stazione e poiché lo stesso appariva palesemente agitato, i militari lo hanno sottoposto a perquisizione trovando nel portafoglio un grammo circa di cocaina e la somma di mille euro in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio.

Perquisita successivamente anche l’abitazione del giovane, i carabinieri hanno rinvenuto un pezzo di hashish di circa 4 grammi, due involucri in cellophane trasparente contenenti marijuana per complessivi 22 grammi.

Il Giudice ha convalidato l’arresto del giovane, disponendo la remissione in libertà con rinvio del processo per la proposta della messa in prova.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136