Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Valle Camonica, alle Baite del Mella di Ono San Pietro l’esercitazione comprensoriale Aib

mercoledì, 23 settembre 2020

Ono San Pietro – In Valle Camonica l’esercitazione comprensoriale Aib Antincendio boschivo della Comunità montana si svolgerà quest’anno nel comune di Ono San Pietro, in località Baite del Mella, ed è in programma per domenica 27 settembre. Grande come sempre il dispiegamento di forze e il numero di volontari coinvolti: si parla di quasi tutti i gruppi e le associazioni di protezione civile e antincendio boschivo della Vallecamonica, per 150 volontari partecipanti, ai quali vanno aggiunti gli altri soggetti del territorio che, a vario titolo, potrebbero essere chiamati in causa, ciascuno per la propria competenza, nelle operazioni di spegnimento di un incendio boschivo, tra cui vigili del fuoco e carabinieri forestali.

gicom esercitazione aibL’obiettivo dell’iniziativa – spiega l’assessore in Comunità montana Massimo Maugeriè verificare l’efficienza del sistema Aib di Vallecamonica, simulando una situazione realistica di intervento in caso di un incendio di vaste proporzioni. L’esercitazione riprodurrà proprio una situazione reale di spegnimento di un rogo, con tutte le fasi previste a partire dall’allertamento via radio di ciascun gruppo da parte della sala operativa del Gicom in Comunità montana. È un modo efficace di testare sul campo sia la preparazione degli uomini sia le attrezzature, oltre al coordinamento che il Gicom svolge sui vari gruppi”. Ogni nucleo dovrà partire dalla propria sede per recarsi nella zona d’intervento a Ono San Pietro, con una chiamata che verrà effettuata tra le 7 e le 9 di domenica.

Nel dettaglio sono cinque le azioni che saranno messe in atto in forma di esercitazione, a partire, come detto, dallo spegnimento di un incendio boschivo su più fronti con coordinamento di squadre diverse intervenute su uno scenario complesso. Sarà quindi definita la catena di comando e controllo, con particolare attenzione ai ruoli e alle funzioni assegnati ai gruppi d’intervento, e quindi effettuate delle prove di radiocomunicazioni fra dos, capi squadra e gruppi in fase di intervento coordinato di spegnimento.

Durante l’evento ci sarà spazio anche per testare l’uso delle attrezzature Aib per interventi di spegnimento attivo (quali motopompe, moduli, vasche mobili e cafs) e le potenzialità e i limiti dei mezzi a disposizione dei gruppi. L’azione forse più scenografica sarà la realizzazione di colonne d’acqua, finalizzate alla lotta attiva su un ipotetico fronte di fiamma sul versante boscato e pascolivo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136