Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Sanità lombarda per una vera riforma: convegno del PD a Pisogne

giovedì, 24 settembre 2020

Pisogne – Sanità lombarda, un convegno aperto all’ascolto per una vera riforma. Sabato 26 settembre, con inizio alle 9.15 – prenotazione obbligatoria – si terrà il convegno sulla sanità, promosso dal Pd di Brescia e della Valle Camonica a Pisogne (Brescia).

Da tempo il Partito Democratico sta analizzando, confrontandosi con il territorio, le criticità della riforma sanitaria lombarda, che a breve termina il periodo di sperimentazione quinquennale. A questo proposito, sabato 26 settembre, è stato organizzato un convegno, a Pisogne, per affrontare il tema della Sanità Lombarda per una nuova Riforma attraverso due momenti: una sessione di lavoro, i cui tavoli tematici affronteranno la medicina del territorio, gli ambiti socio-sanitario e assistenziale e la gestione delle emergenze negli ospedali, e una Sessione aperta al pubblico, coordinata da Pier Luigi Mottinelli, alla guida del PD di Valle Camonica, che vedrà la partecipazione, tra gli altri, dei consiglieri regionali Jacopo Scandella e Gian Antonio Girelli, degli onorevoli Marina Berlinghieri e Beatrice Lorenzin, mentre le conclusioni saranno affidate al Segretario Provinciale del PD, Michele Zanardi.

“Stiamo lavorando – dichiara Pier Luigi Mottinelli – per tradurre in proposte concrete una serie di riflessioni in materia sanitaria rispetto alla legge regionale 23/2015 che, nel corso della sua applicazione, ha manifestato evidenti lacune sulla presenza della medicina territoriale, evidenziate in modo drammatico durante l’emergenza Covid. Diventa necessario, soprattutto per la Valle Camonica, analizzare l’esperienza di ATS della Montagna, e in generale il sistema complessivo delle Agenzia di Tutela della Salute, per comprendere se ha rappresentato un momento di crescita o, come riteniamo, di involuzione del sistema sanitario territoriale ed evidenziare le modifiche da introdurre per garantire ai cittadini una qualità di servizi dignitosi e rispettosi dei loro diritti, partendo da un’analisi dei bisogni, per riuscire a sviluppare una seria programmazione degli interventi, una loro suddivisione territoriale e una vera copertura dell’intera valle”.

Secondo Mottinelli infatti, oltre alla medicina generale sul territorio e alla assistenza domiciliare, in stretto rapporto con il Governo necessitano di sviluppo anche i presidi e i poliambulatori pubblici (Cedegolo, Breno, Darfo e Pisogne), con un potenziamento dei servizi offerti dopo anni di tagli e riduzioni.

“Un lavoro capillare  – ha concluso Mottinelli – da svolgere di concerto con tutte le realtà territoriali, strutture sanitarie, ATSP, RSA, terzo settore e i comuni per tornare a costruire percorsi condivisi, efficaci, capaci di intercettare e dare risposta ai veri bisogni. La riforma non attuata della legge Delrio ci ha consegnato un territorio provinciale con un’unità storica e culturale diversa da come sono state pensate e strutturate le ATS, non tanto quelle sovraprovinciali, quanto quelle che hanno visto azzonamenti, con scorporo di interi territori verso nuovi contesti avulsi dalle connotazioni usuali: guardo all’ATS di Montagna, sottolineando che la Valle Camonica, per peculiarità e conformazione geografica, debba ritornare all’autonomia sanitaria, che già aveva guadagnato dal 1998, ma non può prescindere dal contesto scientifico e universitario dell’eccellenza sanitaria bresciana”.

sanità Pisogne 01Per partecipare è obbligatoria la prenotazione a segreteria e organizzazione: nicola.musati@gmail.com oppure a Giorgia 3488183681 Pd Brescia 030 3099845

IL PROGRAMMA

Ore 9.15 sessione di lavoro a invito
Tavoli tematici
. La medicina del territorio
Coordina Gianbettino Polonioli, già presidente Conferenza sindaci Ats della Montagna
- Gli ambiti socio-sanitario e assistenziale
Coordina Christian Ramus, direttore Rsa Fondazione Fratelli Bona di Capo di Ponte
. Gli ospedali e la gestione delle emergenze
Coordina Ezio Mondini, sindaco di Darfo Boario Terme

Ore 10.45 sessione pubblica
saluti istituzionali
. Federico Laini, sindaco di Pisogne
. Sandro Bonomelli, presidente della Comunità Montana Valle Camonica
. Emanuele Moraschini, sindaco di Esine e Presidente Assemblea sindaci Distretto Valle Camonica
. Luca Masneri, sindaco di Edolo e vicepresidente Conferenza sindaci ATS Montagna
. Ilario Sabbadini, presidente Azienda Servizi Sociali Vallecamonica e assessore politiche sociali della Comunità Montana di Valle Camonica

Interventi di
Jacopo Scandella, consigliere regionale e vicepresidente Commissione Affari istituzionali
Gian Antonio Girelli, consigliere regionale, capogruppo commissione sanità e politiche sociale
Onorevole Marina Berlingheri, vicepresidente della Commissione Politiche dell’UE
. Onorevole Beatrice Lorenzin, già Ministro della Salute, in video collegamento

Conclusioni
Michele Zanardi, segretario PD Provinciale Brescia
Coordina
Pier Luigi Mottinelli, portavoce PD Zona Valle Camonica, già presidente della Provincia di Brescia

Si ricorda che deve essere indossata la mascherina all’ingresso verrà rilevata al temperatura



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136