Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Provincia di Brescia: attivo il servizio di validazione dei PEF

venerdì, 9 ottobre 2020

Brescia – Attivo il servizio di validazione dei PEF nel Bresciano. Il presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi ha approvato un Protocollo di Intesa con i Comuni per la validazione e supporto alla validazione dei Piani Finanziari (PEF) Arera per la determinazione tariffaria del servizio integrato di gestione dei rifiuti.

Samuele Alghisi BresciaPoiché infatti in Provincia di Brescia, così come nel resto della Lombardia, non sono mai stati costituiti gli EGATO per la gestione del servizio rifiuti , ogni Comune , in qualità di Ente Territorialmente competente,  si  è trovato a dover ottemperare a tutti gli adempimenti  prescritti da ARERA con la delibera 443 del 31/10/2019   che ha introdotto una procedura alquanto complessa per la validazione dei PEF in conformità al nuovo Metodo Tariffario per il servizio integrato di gestione dei Rifiuti (MTR).

La Provincia, che avrebbe voluto proporsi in prima persona come ente validatore, ha dovuto poi individuare operatori economici specializzati che potessero procedere alla validazione in quanto, per alcune partecipazioni societarie in enti gestori, non avrebbe potuto garantire la terzietà, richiesta da ARERA per validare i PEF.

La Provincia di Brescia ha inteso comunque offrire un supporto ai comuni realizzando, tramite la propria Stazione Appaltante, le procedure di gara necessarie per individuare i soggetti specializzati nel settore e con provvedimento n 1283 del 23/09/2020 ha disposto l’affidamento di un Accordo Quadro per il Servizio di validazione dei Piani economico finanziari della tariffa rifiuti dei Comuni.

I Comuni aderenti al protocollo d’intesa sono stati suddivisi tra i due operatori economici affidatari dell’Accordo Quadro, compatibilmente con l’articolazione territoriale provinciale e con l’esclusione di condizioni di incompatibilità, nei seguenti gruppi:

- FIVE CONSULTING: comuni di :  Angolo Terme – Borno – Breno – Malegno – Malonno – Paisco Loveno – Paspardo – Capriolo – Collebeato – Gianico – Manerbio – Niardo – Unione dei Comuni dell’Alta Valle Camonica (Ponte di Legno, Temù, Vione, Vezza d’Oglio, Incudine, Monno) – Lodrino – Unione Comuni Valsaviore – Pavone Mella – Botticino – Lumezzane

- IDEA PUBBLICA:  comuni di : Gambara – Pralboino – Azzano Mella – Bovezzo – Caino – Capriano del Colle – Mairano – Pezzaze – Irma – Nave – Pontoglio – Sulzano – Barbariga – Castegnato – Orzinuovi – Villachiara – Coccaglio – Corzano – Gottolengo – Lograto – Orzivecchi – Pisogne – Chiari

I Comuni che fossero interessati ad aderire, e che non lo hanno fatto nei termini indicati dalla Provincia, potranno ancora farlo, compatibilmente con gli spazi finanziari dell’accordo quadro, stipulato con gli operatori economici, ed entro un tempo congruo per consentire all’operatore di svolgere il servizio.

A tal fine potranno prendere contatti con gli Uffici predisposti (Segreteria Generale, Stazione Appaltante) per quanto concerne il Protocollo d’Intesa da sottoscrivere, i contenuti del servizio, gli aspetti economici e l’eventuale stipula del contratto applicativo con l’operatore economico a cui sarà assegnato dalla Stazione Appaltante.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136