Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Maltempo e frana in Val Malga: mobilitazione a Sonico

martedì, 3 luglio 2018

Sonico – Una frana in Val Malga sta ostruendo il passaggio verso l’alta quota. Nel tardo pomeriggio è scattata la mobilitazione a Sonico (Brescia) per la caduta di sassi nella galleria artificiale, conseguenza del maltempo che si è abbattuto sull’Alta Valle Camonica.

maltempo2

Infatti le precipitazioni sono state particolarmente intense da Malonno al Tonale (foto), in alcuni momenti e zone l’acqua era mista a grandine.

I maggiori problemi si sono registrati nel Comune di Sonico, con la caduta di sassi in Val Malga, trascinati a valle dalla furia dell’acqua. Sul posto sono giunti il sindaco Gian Battista Pasquini, il vice Marco Fanetti, quindi i vigili del fuoco del distaccamento di Edolo e la Protezione Civile di Sonico che stanno valutando alcuni interventi di emergenza. frana3I sassi sono finiti all’interno della galleria artificiale e il transito è interrotto. Alcune persone sono rimaste bloccate nella parte alta della Val Malga. Con una procedura d’urgenza l’Amministrazione comunale ha avviato l’intervento di rimozione dei sassi.

franaINTERVENTO DI SOCCORSO

Nel tardo pomeriggio di oggi le forti precipitazioni hanno creato disagi anche in montagna. I tecnici del Soccorso alpino, V Delegazione Bresciana, sono stati allertati da SOREU nel tardo pomeriggio per intervenire nella zona del rifugio Gnutti, territorio del comune di Sonico. Nei pressi delle Scale del Miller un gruppo di escursionisti era in difficoltà durante la fase di rientro. L’elicottero ha quindi portato in quota una squadra del Soccorso alpino per una prima ricognizione. Il CNSAS ha utilizzato un drone, per una valutazione approfondita delle criticità anche dall’alto. Nel frattempo gli escursionisti avevano raggiunto Malga Premassone. I tecnici li hanno accompagnati in sicurezza attraverso un tratto critico, situato un poco più in basso; infine sono scesi verso valle. Sul posto anche il SAGF – Soccorso alpino Guardia di Finanza, i Vigili del fuoco e la Protezione civile.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136