Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


“The mab experience”, convegno sulla qualità dell’aria in Valle Camonica

sabato, 31 ottobre 2020

Esine – Un convegno sulla qualità dell’aria in Valle Camonica e sulle possibili soluzioni da adottare in futuro per far fronte alle criticità. È questa la prossima iniziativa del progetto “The mab experience”, prevista per sabato 7 novembre dalle 9.15, con la partecipazione di amministratori locali, medici ed esperti dei settori dell’energia e dell’ambiente. Il convegno, inizialmente previsto al cinema Garden di Darfo, è stato riorganizzato sotto forma di webinar per le restrizioni della pandemia. Nasce sulla scia dei quattro incontri estivi del Mab tour, che ha portato in quattro località (Edolo, Ponte, Pisogne e Borno) i temi della sostenibilità e della salvaguardia dell’ambiente, illustrando a un pubblico composto da cittadini, turisti e amministratori il riconoscimento a Riserva della biosfera conferito nel 2018 dall’Unesco al territorio camuno-sebino.

montagna alta valle camonica messi valmalza sole caldoIl webinar si aprirà con gli interventi del presidente della Comunità montana Alessandro Bonomelli e dell’assessore all’Ecologia Mirco Pendoli, seguirà alle 9.30 la presentazione del progetto “Life PrepAIR – Po Regions Engaged in Policies of Air” e una discussione sullo stato della qualità dell’aria in Vallecamonica, con l’intervento di Giorgio Silprandi di Arpa Lombardia. Alle 10 Ezio Damiolini, medico pneumologo dell’Asst Vallecamonica, illustrerà gli effetti dei principali inquinanti atmosferici sulla salute pubblica, mentre Valter Francescato, direttore tecnico dell’Associazione italiana energie agroforestali affronterà il tema del riscaldamento a legna. Alle 11 sarà la volta di Roberto Bellini, ingegnere ambientale, e di Cristian Molinari, sindaco di Rogno, che presenteranno l’esperienza del Comune bergamasco in tema di emissioni in atmosfera, qualità dell’aria e salute dei cittadini e l’impatto ambientale del comparto produttivo. Si proseguirà alle 11.30 con l’intervento di Valter Sterlocchi, sindaco di Buglio in Monte, che illustrerà la sua esperienza nell’efficientamento energetico e alle 12 spazio alle conclusioni e al dibattito, con interventi dei partecipanti.

“Il convegno – spiega Pendoli – tratterà temi che rappresentano punti cruciali per lo sviluppo sostenibile del territorio camuno e per la salvaguardia del suo patrimonio paesaggistico e naturale, che oggi costituisce una delle 19 Riserve della Biosfera in Italia, e si inserisce all’interno di un progetto che la Comunità montana sta portando avanti per sensibilizzare gli amministratori e i cittadini sui temi della tutela ambientale. Ricordo la lettera inviata ai 45 sindaci camuno-sebini per chiedere di emanare un’ordinanza per il divieto di accensione fuochi all’aperto, al fine di garantire il mantenimento degli inquinanti in atmosfera entro limiti accettabili. L’obiettivo cui è indispensabile mirare, oggi più che mai, è uno sfruttamento delle risorse consapevole, che guardi alla tutela dell’ambiente e, in primis, alla salute dei cittadini”.

Il webinar potrà essere seguito al link https://attendee.gotowebinar.com/register/5593181975968809740



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136