Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Edolo, l’UniMont sempre più crocevia di networks nazionali e internazionali

lunedì, 11 giugno 2018

Edolo – L’Università della Montagna – polo di Edolo dell’Università degli Studi di Milano, è sempre più un “nodo” attivo e propositivo delle reti, nazionali ed internazionali, che si occupano dello sviluppo e della valorizzazione dei territori montani.

montagnaLa Professoressa Anna Giorgi, docente e coordinatore scientifico del centro di ricerca Ge.S.Di.Mont. di UNIMONT, già membro ed ex presidente dell’International Scientific Committee on Research in the Alps (ISCAR), del Network for European Mountain Research (NEMOR), di Mountain Research Initiative (MRI), del comitato scientifico della Fondazione Montagne Italia, attiva anche nella Convenzione delle Alpi e nell’associazione europea EUROMONTANA, nonchè fondatrice del Coordinamento delle Reti italiane per la Montagna (CO.R.I.MONT.), è stata invitata a far parte dell’Advisory Board di “Rede Nacional de Investigação de Montanhas” – RNIM - la nuova rete portoghese di ricerca sulle montagne. 

L’esperienza nell’attività di ricerca, nello sviluppo di collaborazioni e cooperazioni tra ricercatori dediti allo studio delle aree montane, nonché nel trasferimento e disseminazione della conoscenza, importante patrimonio di UNIMONT, verranno capitalizzati nell’ambito dell’Advisory Board di RNIM che supporterà la definizione di una strategia per il nuovo network portoghese. 

RNIM è stato istituito formalmente nell’aprile 2017 da sette Ministeri del governo portoghese per promuovere la ricerca sulla montagna a livello nazionale, per sostenere la progettazione e l’attuazione di politiche pubbliche, per valutare le risorse, le criticità e le opportunità delle aree montane, nonché diffondere e trasferire la conoscenza e favorire lo sviluppo della produzione di prodotti locali. 

La nascita di questo nuovo network rappresenta un altro importante segnale della crescente  sensibilità e attenzione per le montagne in tutta Europa, montagne da interpretate come potenziale risorsa per la creazione di valore grazie ad approcci innovativi e a modelli di sviluppo appropriati e non più come aree di mero svantaggio.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136