Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Coronavirus, Silvano Bernardi prima vittima a Edolo

venerdì, 13 marzo 2020

Edolo – Prima vittima del coronavirus a Edolo (Brescia): è morto Silvano Bernardi, 53 anni, operaio. E’ la seconda vittima in Valle Camonica, dopo il decesso di Giovanni Cominini, 82 anni, di Bienno (Brescia).

Silvano Bernardi, 53 anni, era stato ricoverato nei giorni scorsi all’ospedale di Edolo, poi trasferito in terapia intensiva all’ospedale Morelli di Sondalo. Ad avvertire la moglie – in isolamento – è stato il primo cittadino di Edolo, Luca Masneri, pure lui in quarantena, in attesa dell’esito del tampone effettuato martedì pomeriggio. La salma di Silvano Bernardi sarà trasportata al tempio crematorio, poi tumulata nel cimitero del paese camuno.

Luca Masneri“La nostra comunità ha perso un suo fratello – è il messaggio del sindaco Luca Masneri (nella foto) – questo ci costringe a misurarci con questa devastante emergenza sanitaria che non risparmia nessuno. La statistica dei decessi che ci viene comunicata ogni giorno dalle tv nazionali assume un altro significato quando ad andarsene è un nostro concittadino, un vicino di casa, un amico, insomma uno di noi! Sono veramente triste e mentre scrivo queste parole a stento trattengo le lacrime (non ve lo nascondo). Prego Dio affinché non vi siano altri morti a causa del Covid – 19 e affinché doni conforto ai suoi familiari. Siamo chiamati come comunità a resistere fisicamente e psicologicamente a un nemico subdolo ed invisibile che ha alterato le nostre abitudini e relazioni sociali. Non dobbiamo abbandonarci al naturale sentimento della paura che ci pervade in queste ore, ma guardare con speranza a quel futuro nel quale l’umanità risorgerà dalle tenebre di una delle sue ore più buie. Dobbiamo resistere e sostenerci gli uni con gli altri solo così supereremo questo momento, solo se sapremo essere una comunità”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136