Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Cividate, la Valle Camonica vince la battaglia contro Edison sui canoni idrici

giovedì, 25 giugno 2020

Cividate Camuno – La Valle Camonica ha vinto la battaglia contro Edison sulla centrale di Cividate Camuno (Brescia). La Suprema Corte ha dato ragione al BIM Valle Camonica e agli enti locali sui canoni idrici. La questione era sull’altitudine: gli enti locali camuni hanno rivendicato che la captazione era sopra i 600 metri, e come prevede la legge chiedevano il riconoscimento dei canoni, mentre Edison ha portato motivazioni differenti e sosteneva che centrale era a quote inferiori e quindi non spettavano i canoni idrici. Sulla linea di Edison si erano schierati anche Consorzi che avevano invitato a non proseguire nella battaglia giudiziaria perchè Edison avrebbe vinto.

centrale enel edoloI funzionari della Comunità Montana e degli enti locali hanno proseguito – supportati da pareri tecnici e legali – la battaglia nelle aula di giustizia e adesso è arrivato il pronunciamento della Suprema Corte: i canoni idrici vanno assegnati alla Valle Camonica. La cifra è attorno ai 3 milioni per il pregresso, e d’ora in poi sarà sempre assegnata una quota agli enti locali.

Il presidente della Comunità Montana, Sandro Bonomelli, ha ringraziato i tecnici e funzionari che con impegno hanno portato avanti e vinto l’importante battaglia giudiziaria.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136