Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Blitz antidroga, nove arrestati dai carabinieri in Valle Camonica

martedì, 11 agosto 2020

Pian Camuno – Due articolate operazioni antidroga in Valle Camonica: i carabinieri arrestano nove persone, guai per un’intera famiglia.

droga carabinieriNello scorso fine settimana i Carabinieri della Compagnia di Breno hanno infatti portato a termine due distinte attività antidroga. A Pian Camuno i militari sono intervenuti nei confronti di sei soggetti, appartenenti ad un’unica famiglia. Sono stati arrestati una mamma, i suoi due figli e l’attuale compagno, oltre al fratello e al nipote della donna. I carabinieri hanno eseguito delle perquisizioni presso le loro tre abitazioni. Sono stati sequestrati quasi 5 kg di marijuana, oltre a tre serre con tanto di impianti di illuminazione, areazione e tutti gli accorgimenti necessari a garantire il buon raccolto dell’erba. Il primo ad essere stato sottoposto a controllo è stato il 48enne operaio, compagno della donna di 50 anni, a sua volta madre di un ragazzo di 32 e di una ragazza di 23anni. Nell’auto dell’uomo, che si stava recando a lavoro, i carabinieri hanno trovato 220 grammi di marijuana. Nell’abitazione che lo stesso condivide con la sua nuova famiglia erano invece nascosti quasi 1 chilo e mezzo della stessa sostanza. Nell’appartamento di Vissone in uso alla ragazza 23enne, precisamente nel sottotetto, sono state sequestrate una ventina di piante di marijuana, dell’altezza di circa un metro e mezzo ciascuna, pronte ad essere raccolte. A quel punto l’attività di ricerca è stata estesa all’abitazione dello zio dei due ragazzi, ubicata vicino alla loro casa. I Carabinieri hanno rinvenuto un barattolo contenente 35 grammi di erba, oltre a tremila euro in contanti. Nel sottotetto erano presenti due serre che erano state appena smontate. L’ultimo arresto è stato quello del nipote della donna, un pregiudicato 29enne, residente come tutti gli indagati a Pian Camuno. Nella sua camera sono stati sequestrati quasi tre chilogrammi di marijuana e duemila euro, ritenuti provento di spaccio. Per tutti e sei i parenti, accomunati dall’hobby per la coltivazione “fai da te” dello stupefacente, è stato convalidato l’arresto e disposto l’obbligo di firma presso la Stazione di Artogne.

Non è finita meglio a tre giovani, originari del Marocco che, provenienti dalla vicina provincia bergamasca, venivano in valle per smerciare importanti quantitativi di cocaina. I carabinieri di Breno li hanno monitorati per alcune settimane e hanno poi fatto scattare il loro fermo. Dalle loro auto e dai due appartamenti a loro in uso sono saltati fuori due etti di coca e diecimila euro in contanti. L’arresto è scattato per due fratelli di 24 e 19 anni e per un loro connazionale 25enne. Il capo della banda è risultato essere il più grande dei tre, già arrestato altre volte per detenzione e spaccio di droga. I suoi due complici sono da poco arrivati in Italia, dopo essere sbarcati sulle coste siciliane. Il Giudice del Tribunale di Bergamo ha convalidato il loro arresto e ha disposto che fossero associati in carcere.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136