Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Edilizia abitativa: i Comuni “intensamente abitati” in provincia di Trento

domenica, 20 settembre 2020

Cles – Popolazione residente maggiore di 5.000 abitanti, calcolata al 1° gennaio di ogni anno dato Istat, e densità demografica maggiore di 120 abitanti/km2 con l’esclusione dei comuni che si trovano ad un’altitudine superiore a 900 metri slm. Sono queste le caratteristiche indicate dalla Giunta provinciale, su proposta dell’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, per essere considerato comune intensamente abitato. La deliberazione oggi approvata fa seguito alle modifiche introdotte con il nuovo regolamento in materia di edilizia abitativa, ratificato dall’esecutivo pochi giorni fa, che ha rivisto i punteggi utili per l’inserimento nelle graduatorie Itea.

lavis trentinoIl nuovo regolamento, oltre a valorizzare il radicamento sul territorio provinciale e l’appartenenza a specifiche categorie come single, giovani coppie, separati o divorziati, prevede l’attribuzione di un punteggio aggiuntivo pari a 15 punti per il nucleo familiare che, residente in uno dei comuni intensamente abitati, chiede l’ottenimento di un alloggio pubblico in un comune diverso.

Di qui la decisione della Giunta provinciale odierna che ha individuati i comuni maggiormente popolati proprio con l’obiettivo di dare respiro demografico ai centri principali e alle zone attigue e, contestualmente, di contribuire a promuovere il ripopolamento delle località più periferiche.

13 i centri ad alta densità abitativa, nel dettaglio si tratta di: Trento, Rovereto, Pergine Valsugana, Arco, Riva del Garda, Mori, Lavis, Levico Terme, Mezzolombardo, Cles, Borgo Valsugana, Mezzocorona e Dro.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136