Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Consegnati a Malè i sette alloggi Itea

giovedì, 5 novembre 2020

Malè – Sono stati inaugurati questa mattina i sette alloggi Itea, destinati alla locazione a canone sostenibile, del nuovo complesso nel Comune di Malè interamente costruito in legno e certificato classe A+ (Arca silver). A dare il benvenuto alle nuove famiglie Itea il presidente di Itea Spa, Salvatore Ghirardini, accompagnato dal direttore generale, Stefano Robol, dalle consigliere Francesca Gerosa e Lorenza Piffer e dai tecnici della Società. In rappresentanza del territorio, presenti anche il sindaco del Comune di Malè Barbara Cunaccia e il presidente della Comunità della Valle di Sole Guido Redolfi.

inÈ stato inaugurato questa mattina il nuovo complesso Itea situato nella parte alta del Comune di Malè, a poca distanza dal centro del paese. Si tratta di un piccolo complesso residenziale realizzato con tutte le più moderne tecnologie, al fine dell’ottenimento della certificazione energetica più elevata, la classe A+ (Arca Silver).

“Oggi con la consegna dei nuovi alloggi diamo risposta a queste famiglie che con gioia attendono di ricevere le chiavi delle loro nuove abitazioni e di dare inizio ad una nuova vita – ha ricordato il presidente Salvatore Ghirardini in apertura della cerimonia di consegna degli alloggi ai nuclei assegnatari presenti – Abbiate cura del vostro alloggio che è un bene prezioso messo a disposizione dalla comunità trentina, utilizzate in modo corretto le parti comuni e cercate di instaurare delle relazioni positive, indispensabili per vivere al meglio, specialmente in questo particolare momento, la vostra casa”.

Le sette famiglie, assegnatarie degli alloggi a canone sociale, abiteranno il nuovo complesso realizzato seguendo le più avanzate tecniche costruttive di edilizia in legno. L’edificio è stato realizzato con struttura interamente in legno, ad eccezione del vano scala in cemento armato, raggiungendo quindi questo importante traguardo sotto il profilo dell’efficienza energetica. Il legno, infatti, rappresenta un materiale da sempre impiegato nell’edilizia, soprattutto nella realtà locale ed è oggi utilizzato per raggiungere elevati standard di costruzione e di prestazione, dal punto di vista strutturale, di risparmio energetico, di isolamento acustico e di sostenibilità ambientale. Per le sette famiglie che oggi hanno ricevuto le chiavi delle loro nuove abitazioni questa attenzione si traduce in comfort e qualità di vita, molto importanti soprattutto in questo periodo.

“Sappiamo bene che la casa è per ogni famiglia il luogo confortevole e sicuro dove ritrovare la propria serenità – ha sottolineato il presidente Ghirardini rivolgendosi alle famiglie presenti – Grazie alle ottime prestazioni energetiche raggiunte da questi alloggi, seguendo delle semplici regole e adottando piccoli accorgimenti potrete abitare nelle migliori condizioni: ottenendo un elevato grado di benessere e di risparmio sulle spese”.

Ad accompagnare il presidente Itea che ha portato i saluti dell’assessore provinciale all’edilizia abitativa pubblica Stefania Segnana, erano presenti i due membri del Cda, le consigliere Francesca Gerosa e Lorenza Piffer, il direttore generale, Stefano Robol, il personale di riferimento della Struttura della Società e i rappresentanti dell’amministrazione comunale e della Comunità di valle, il sindaco Barbara Cunaccia e il presidente Guido Redolfi.

Entrambi sono intervenuti alla cerimonia per esprimere parole di benvenuto e di ringraziamento. Il presidente della comunità di valle Guido Redolfi – augurando un buon inizio alle nuove famiglie e sottolineando come sia fondamentale la cooperazione fra gli abitanti per sopperire alle esigenze di un territorio particolare come quello delle valli – ha rivolto parole di ringraziamento ad Itea e alla Provincia per aver programmato la realizzazione di questi nuovi alloggi che oggi danno risposta alla domanda espressa dal territorio. Il sindaco Barbara Cunaccia nell’accogliere i nuovi cittadini di Malè ha voluto evidenziare come sia importante essere partecipi di una comunità, creando sinergie e portando ciascuno qualcosa di positivo e utile per vivere bene e sentirsi “paese”.

I sette alloggi a canone sostenibile sono distribuiti in un edificio su più piani che seguono la linea di pendenza del terreno. Lo stabile si sviluppa su tre piani fuori terra e un piano interrato dove trovano posto i locali tecnici e alcune cantine. L’immobile dispone di 6 box auto, più un altro esterno e ogni alloggio è dotato di cantina.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136