Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Pallanuoto, Serie A1: l’An Brescia non sbaglia, Roma ko

sabato, 21 novembre 2020

Brescia – An Brescia perfetta contro la Roma Nuoto di Tafuro. Le calottine biancoblù vincono 14-7 un match controllato dall’inizio alla fine. Nel primo quarto la squadra di Sandro Bovo rompe gli indugi con la rete di Aggelos Vlachopoulos. Al greco segue poi Lazic che firma anche il suo primo gol in Serie A1. La Roma prova poi a rispondere con Vavic che buca Del Lungo a 1 secondo dalla fine dell’azione. Renzuto e poi Dolce stampano il risultato sul 4-1 alla fine del primo parziale. Nel secondo quarto le uniche due reti arrivano da Cannella e Vavic, mentre nel terzo periodo i padroni di casa si scatenano.

pallanuoto an bresciaGiacomo Cannella dimostra ancora di essere in gran forma e apre le danze, mentre Lazic ci prende gusto e firma la sua tripletta personale. Anche Vlachopoulos partecipa alla festa del gol e il fuoriclasse Maro Jokovic completa l’opera sul finire di quarto. Per la Roma le uniche reti arrivano da Casasola e Spione.

Nel periodo finale l’An Brescia segna ancora quattro gol con Nikolaidis, Alesiani, Balzarini e Vlachopoulos (foto), mentre per Tafuro vanno in gol Faraglia, Vavic Nikola e Vavic Marko.

Questo il commento del capitano Christian Presciutti al termine del match: “Abbiamo iniziato una bella preparazione per la Champions e forse in acqua si è visto, eravamo un po’ stanchi. Stiamo riprendendo il nostro gioco e questo è molto importante in vista dei prossimi impegni europei. Stiamo crescendo partita dopo partita, solo così si può crescere”.

Così Alessandro Bovo nel post gara: “Siamo arrivati a questa partita un po’ stanchi. Abbiamo lavorato tantissimo in questi giorni e il focus ora è sulla Champions League. Primo partita a Mompiano e giocare a porte chiuse non è sicuramente d’aiuto. L’unico modo per prepararsi alle partite di livello è giocare, soprattutto perché ci sono tanti elementi nuovi. Dobbiamo sfruttare ogni match”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136