Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Gargnano, un docufilm della tivù austriaca sulla regata dei Bragozzi

mercoledì, 8 luglio 2020

Gargnano – Un docufilm per ricordare la “Regata dei Bragozzi”. Una serata con qualche vip di sangue blu, giornalisti delle Tv austriaca e qualche skipper, il tutto per ricordare in un docufilm la “Regata dei Bragozzi” del 1930, che vide per la prima volta in gara , le vele “non da lavoro”, quelle che oggi sono le barche da regata. Tra queste c’era il “Galeotto” (che vinse). Si corse nella brezza dell’ “Ora”, tra Riva, Limone e Malcesine. Tutto documentato da un videogiornale dell’Istituto Luce (Regata Bragozzi sul Garda).

DRF - 6534 - Cv GargnanoLA STORIA - Il ricordo di quell’evento è oggi rappresentato da questa imbarcazione, che grazie ai fratelli gargnanesi Lorenzo e Luciano Magrograssi veleggia ancora sul Benàco. Il Galeotto in origine era il “Sirius” austriaco su cui navigo anche l’arciduca Francesco Ferdinando d’Asburgo (quello ucciso a Sarajevo nel 1914). Tra i bragozzi si impose “Genova”, la carena che nel 1951 fu la prima barca appoggio della Centomiglia per poi essere acquistata dall’attore Fabio Testi. Tutti ricordi, i 90 anni del Galeotto che si legano così, a doppio filo, ai 70 anni della prima Centomiglia, che tornerà il 5-6 settembre. Si correrà come sempre sull’intero periplo lacustre.

M 32 - Gargnano CvLE REGATE - L’anteprima di questi eventi si avrà dal 18 luglio in poi (fino ad agosto) con lo show del Persico69F, le piccole barche alate che avranno a bordo appassionati, armatori e un gruppo di grandi professionisti della vela italiana. Le barche a destreggiarsi tra le boe “intelligenti” che si autoposizioneranno grazie ad un sofisticato Software. Galeotto e 69F, il passato e il futuro della vela agonistica, e dentro tutte le storie della regata regina della Centomiglia. A seguire il 69F ci saranno Tv e Web Social di mezzo mondo, sullo sfondo della scenografia del grande lago. Appena concluse le gare e le esibizioni delle vele volanti, tra fine agosto e la prima settimana di settembre, si inizierà la Gentlemen’s Cup (per i monotipi Asso, Dolphin, Ufetti, Protagonist, J70, 80 e 90. Il 30 agosto toccherà al 54° Trofeo Gorla. Storie, leggende, sfide e veleggiate che si ripeteranno in una edizione quasi tutta italiana. Ma non per questo meno appassionante, qualche Special Guest straniera per il giro del lago di un giorno e, forse, una notte; vento permettendo, sempre alla massima velocità.

A supportare questo importante lavoro ci saranno i Consorzi degli operatori turistici di Garda Lombardia, la Multiutility del lago Garda Uno Lab con il suo servizio di auto elettriche Eway, Visit Brescia – Brescia Tourism, Destination Management Organization per la provincia bresciana. Da non dimenticare che le gare si correranno sotto l’egida della Federazione Italiana Vela con il patrocinio di Regione Lombardia. Tutti uniti con la Centomiglia per riproporre l’immagine del Benàco e della vela.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136