Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Soccorso alpino Trentino, diversi interventi in giornata: al Tonale infortunio per biker sulla Valbiolo

sabato, 5 settembre 2020

Passo Tonale – Oltre all’intervento sul Diedro Armani – Torre d’Ambiéz per un grave infortunio, nella giornata di oggi si sono susseguite numerose operazioni di soccorso alpino. Tra queste: alle 10.30 la Centrale Unica Emergenza è stata allertata per un incidente ai danni di un biker veneto del 1995 che si è procurato una frattura esposta dell’arto inferiore sulla pista Valbiolo nel Bike Park del passo Tonale. mountain bik mtbIl coordinatore dell’Area operativa Trentino occidentale ha inviato sul posto una squadra della Stazione Vermiglio che ha prestato il primo soccorso all’infortunato. Vista la gravità della ferita è stato richiesto anche l’intervento dell’elicottero che ha trasferito il biker all’ospedale Santa Chiara di Trento.

Un’escursionista di Pistoia del 1953 è stata soccorsa sul sentiero che da passo Pordoi porta a forcella Pordoi per un trauma alla caviglia. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata verso le 11.25. Il coordinatore dell’Area operativa Trentino settentrionale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero. L’infortunata si trovava vicino ai cavi di una teleferica; per evitare che le pale dell’elicottero si impigliassero nella teleferica, è stata elitrasportata in quota una squadra di operatori della Stazione Alta Fassa che hanno stabilizzato l’infortunata e la hanno trasportata con la barella portantina fino alla piazzola di forcella Pordoi dove, nel frattempo, era atterrato l’elicottero. La donna è stata portata all’ospedale di Cavalese.

Poco prima di mezzogiorno altri due biker sono stati soccorsi sulle piste del Bike Park di Lavarone e della Paganella. Nel primo caso l’infortunato si è procurato un trauma alla spalla ed è stato raggiunto da una squadra della Stazione Altipiani. Dopo essere stato stabilizzato, l’uomo di 53 anni di Rovereto è stato trasportato con la barella e consegnato all’ambulanza. Nel secondo caso, un biker minorenne si è infortunato ad un arto inferiore sulla pista Blade runner. Sul posto si è portata la Guardia attiva del Soccorso Alpino di turno a Molveno che ha prestato il primo soccorso all’infortunato e lo ha consegnato all’ambulanza.

Alle 15.30 un escursionista del 1978 della provincia di Brescia è stato recuperato sul sentiero n. 1 Alta Via dell’Adamello, sotto il passo Monocola a una quota di circa 2.400 m.s.l.m. perché non era più in grado di proseguire il suo cammino in autonomia a causa della stanchezza. Il coordinatore dell’Area operativa Trentino occidentale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha effettuato un sorvolo sulla zona senza riuscire a trovare l’escursionista, non più raggiungibile al telefono. L’elicottero è sceso a valle per caricare a bordo una squadra di operatori della Stazione Valle del Chiese per tentare una ricerca via terra. Poco dopo aver sbarcato la prima squadra in quota, l’escursionista è stato individuato e recuperato a bordo dell’elicottero. Insieme ai soccorritori è stato portato a valle a Daone; per lui non è stato necessario il ricovero in ospedale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136