QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Bentornata Cotonella, definita la ricostruzione della storica fabbrica di Sonico

venerdì, 24 febbraio 2017

Sonico – La rinascita della Cotonella è dietro l’angolo. Il rendering e il progetto del nuovo edificio che ospiterà a Sonico (Brescia) è stato presentato in municipio ed ha ottenuto il via libera dai tecnici del Comune. Nelle prossime settimane saranno affidati i lavori a un’impresa da parte della famiglia Zannier, proprietaria della Cotonella, poi inizierà la ricostruzione.

Cotonella nuova Sonico 1

Il primo cittadino di Sonico, Gian Battista Pasquini, si è impegnato in questi mesi, dall’incendio dello scorso novembre fino ai giorni scorsi, per individuare il percorso più semplice per la fase della ricostruzione.

“Sono soddisfatto – spiega il sindaco Pasquini – che la famiglia proprietaria della Cotonella abbiamo deciso di investire ancora sull’area di Sonico, dopo il devastante incendio: fin da subito ci siamo resi disponibili a trovare la soluzione migliore”. Infatti l’Amministrazione comunale di Sonico si è impegnata a trovare una via d’uscita all’emergenza: prima gli incontri con i manager e il titolare della Cotonella, quindi la definizione dei tempi e le modalità del progetto delle opere.

sonico-cotonella-1

Nei giorni scorsi l’ufficio tecnico del Comune ha dato il via libera al progetto di ricostruzione: il primo passo sarà lo smaltimento del materiale e dei resti dell’incendio, quindi ci sarà la demolizione di alcuni infissi, mentre una parte – quella al piano terra – sarà recuperata.

Il progetto prevede la costruzione di un secondo piano, dove troveranno spazio gli uffici della Cotonella. Tempi: i lavori partiranno a marzo e dovrebbero concludersi tra fine estate e l’autunno. E azzeccato è la scritta “Bentornata Cotonella”, che appare sul rendering esposto sul vecchio edificio distrutto dal rogo e visibile dalla statale 42.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136