Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Trento: lite per le fedi in gioielleria, interviene la Squadra Volante

sabato, 20 giugno 2020

Trento - Problemi per un matrimonio al tempo del coronavirus. La Squadra Volante di Trento è intervenuta presso una gioielleria per una accesa discussione tra la commessa dell’esercizio commerciale e una cliente, nata a seguito dell’acquisto delle fedi nuziali.

polizia-0Gli agenti, dopo aver calmato le parti, hanno appreso che la lite era nata a seguito dell’acquisto delle fedi nuziali per il matrimonio che la cliente avrebbe dovuto celebrare nei primi mesi dell’anno. La coppia, che doveva convolare a nozze, e che era stata bloccata dall’avanzare del virus, sosteneva, infatti, che voleva restituire le fedi perché le dita si erano ingrandite e il diametro non era più adeguato, superando di gran lunga la misura presa a suo tempo.

A dimostrazione di quanto sostenuto, la futura sposa, alla presenza degli agenti, con non poca difficoltà, aveva calzato l’anello e con altrettanta fatica lo aveva rimosso a dimostrazione che durante il lockdown qualcosa, di fatto, era cambiato.

 



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136