Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Tre Cime di Lavaredo: perde la vita in un’esercitazione l’appuntato Sergio Francese

sabato, 5 settembre 2020

Auronzo – Tragedia durante un’esercitazione del Soccorso alpino. ”Durante un addestramento congiunto tra il Soccorso Alpino e Speleologico Veneto e il Soccorso alpino della Guardia di Finanza sulle Tre Cime di Lavaredo, ha perso la vita oggi l’Appuntato scelto, Sergio Francese, 55 anni appartenente al Stazione Sagf di Cortina d’Ampezzo e al Soccorso alpino di Auronzo. L’incidente è avvenuto durante le fasi di imbarco in hovering sull’elicottero dalla cengia della Piramide, propaggine della Cima Grande. Per motivi al vaglio, al momento di salire il soccorritore è stato urtato dal rotore. Immediato l’intervento dei colleghi presenti sul posto, cui è subentrato il personale medico dell’Aiut Alpin Dolomites di Bolzano immediatamente sbarcato in parete. Purtroppo a nulla sono valsi i tentativi di rianimazione ed è stato solo possibile constatarne il decesso. La salma è stata trasportata a valle a disposizione della magistratura”.

Il Soccorso alpino e speleologico Veneto, primo fra tutti il presidente Rodolfo Selenati, si stringe al dolore del figlio e dei familiari di Sergio. Il presidente Giorgio Gajer, il Consiglio Direttivo e tutti volontari del Soccorso Alpino Alto Adige salutano con immenso dolore, Sergio Francese: “Ci stringiamo alla sua famiglia”.

CORDOGLIO CAI

“Il Club alpino italiano si stringe intorno alla famiglia di Sergio Francese, che ha perso la vita in uno dei tanti momenti di verifica che costellano l’esistenza di ogni soccorritore in montagna”. Così il presidente generale del Cai Vincenzo Torti esprime il cordoglio a nome di tutto il Club Alpino per la tragedia accaduta ieri mattina alle Tre Cime di Lavaredo, dove l’appuntato scelto qualifica speciale della Guardia di Finanza, Sergio Francese, è morto in un incidente avvenuto durante un’esercitazione congiunta tra il Corpo nazionale del Soccorso alpino e il Sagf della Guardia di Finanza.

“Nell’associarmi al cordoglio di tutti gli operatori di soccorso in montagna, va sottolineata ancora una volta – continua Torti – l’importanza della generosità di queste persone, che sia nelle fasi di esercitazione, sia quando sono impegnate nelle operazioni di soccorso, non esitano a mettere a repentaglio la propria vita per quella degli altri. In particolare per quelle persone, come ci ha confermato purtroppo anche la stagione estiva che sta per concludersi, che spesso si mettono in situazioni di pericolo per incoscienza, o perché non rispettano le norme per un’attenta e consapevole frequentazione della montagna”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136