Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Tre arresti dei carabinieri nel Bresciano

lunedì, 16 novembre 2020

Corte Franca – Tre arresti dei carabinieri sul territorio bresciano. Le pattuglie della Compagnia di Chiari sono state impegnate in un rocambolesco inseguimento per le strade della Franciacorta terminato con l’arresto di un soggetto responsabile del furto di un carroattrezzi da parte di una pattuglia del Radiomobile.

carabinieri largeI militari immediatamente allertati dell’avvenuto furto iniziavano a tracciare gli spostamenti del carroattrezzi rubato, rendendosi conto che era seguito da un complice a bordo di una Mercedes, già segnalata per essere stata usata in reati contro il patrimonio.

Per prima veniva localizzata, in sosta, proprio la Mercedes. Nascosti nei pressi del parcheggio, i carabinieri hanno atteso l’arrivo del malvivente che è stato prontamente fermato. Nel veicolo sono stati rinvenuti grimaldelli, un disturbatore di frequenze, un ingente quantitativo di denaro e le chiavi del carroattrezzi che è stato rinvenuto poco dopo. L’autorità giudiziaria procedente ha convalidato l’arresto.

DUE ARRESTI PER DROGA

Da giorni i Carabinieri di Idro monitoravano gli spostamenti sospetti di un 24enne di Idro. Fuori dagli orari di lavoro, si muoveva col furgone sempre verso la montagna. Sabato sera, è stato pedinato fino a Capovalle dove, lungo la s.p. 58, accostava e si infilava nel bosco.

Approfittando dell’oscurità, i Carabinieri si sono appostati e lo sorprendevano alcuni minuti dopo quando usciva con un secchio in mano che aveva nascosto sotto terra tempo prima. Alla vista dei militari cercava di disfarsi del secchio ma veniva immediatamente immobilizzato. Nel secchio i carabinieri trovavano 200 grammi di hashish, 150 grammi di marijuana, un bilancino, materiale da confezionamento ed un coltello.

Oltre a contestargli la violazione delle norme Covid, i Carabinieri arrestavano il giovane che questa mattina è stato condotto innanzi al Giudice di Brescia. In attesa dell’udienza, i Carabinieri questa mattina sono tornati sul luogo dell’arresto insieme ad unità cinofile del Nucleo di Orio al Serio poiché c’era il dubbio che il giovane avesse occultato altro stupefacente, non rinvenuto a causa dell’oscurità.

Effettivamente il nuovo sopralluogo, grazie a GROM, un labrador antidroga, permetteva di recuperare ulteriori 75 grammi di hashish. Un anno e quattro mesi con pena sospesa la condanna subito irrogata. Sempre sabato sera, nella rete dei controlli anti Covid, è finito un 23enne albanese di Prevalle il quale, insieme ad un amico 29enne romeno di Sabbio Chiese, sono stati fermati dai Carabinieri di quel centro.

L’albanese veniva trovato in possesso di sei dosi di cocaina per un totale di 3 grammi e 270 euro in contanti. Per questo veniva arrestato mentre l’amico denunciato in stato di libertà.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136