Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
w

Ad
Ad
 
Ad


Minorenne denunciato per spaccio a Riva del Garda

mercoledì, 9 dicembre 2020

Riva del Garda – Minorenne denunciato per spaccio a Riva del Garda (Trento). La Squadra Volante del commissariato gardesano, nel corso delle attività di contrasto del fenomeno del traffico di sostanze stupefacenti, ha denunciato un minorenne italiano sorpreso mentre spacciava a dei maggiorenni.

polizia controlli notteIl personale del Commissariato nei pressi della stazione autocorriere di Riva del Garda ha fermato tre giovani, di cui due maggiorenni, che alla vista degli agenti cercavano di dileguarsi in una via laterale. All’atto dell’identificazione uno dei tre faceva cadere a terra una piccola pallina, nel tentativo di sfuggire al controllo. La manovra non sfuggiva però agli uomini della Volante che recuperavano l’involucro scoprendo che all’interno vi era occultata una piccola quantità di droga. Ne è seguita la perquisizione dei tre, durante la quale veniva rinvenuta, addosso al minorenne, circa 40 grammi di hashish.

Visto l’epilogo al minorenne, che riconosceva di aver ceduto della sostanza stupefacente, sono stati sequestrati, oltre allo stupefacente, anche del denaro e due telefoni cellulari.

L’altro ragazzo, che aveva tentato, invano, di nascondere la dose acquistata poco prima è stato segnalato al Commissariato del Governo, quale assuntore di sostanze stupefacenti per l’applicazione delle previste sanzioni amministrative.

“La droga – commenta il Vice Questore Salvatore Ascione – che appartenga alle sostanze pesanti come eroina o cocaina oppure a quelle leggere marjuana o hascish crea dipendenza. Spesso si pensa, erroneamente, che lo spinello non abbia delle conseguenze immediate e pertanto non faccia male. Questi sequestri ci danno l’occasione, invece, per ribadire, soprattutto ai più giovani, che tutte le droghe hanno delle conseguenze che possono cambiare, a volte in maniera radicale, l’esistenza, creando piano piano quella dipendenza che può rendere schiavi per sempre”.

Tutti gli atleti hanno rispettato un minuto di silenzio, alle 11in punto, in memoria di Andrew James Simpson, atleta Olimpionico britannico, un amico per molti degli atleti della Garda Trentino Olympic Week, venuto a mancare nella notte a causa di un incidente nella baia di S.Francisco.

 



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136