Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Manerbio, convalidato l’arresto dell’autista ubriaco che ha ferito sei giovani

lunedì, 5 ottobre 2020

Manerbio – E’ stato convalidato l’arresto per lesioni personali stradali gravi del conducente del veicolo responsabile del sinistro stradale in Manerbio (Brescia) dell’altra notte. Il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Verolanuova la mattina del 3 ottobre al termine della ricostruzione della dinamica del sinistro stradale avvenuto in Manerbio nella notte, che ha coinvolto due veicoli e 6 giovani della Bassa Bresciana, con età compresa tra i 18 ed i 24 anni, ha tratto in arresto per il reato di lesioni personali stradali gravi e tradotto presso il carcere “Nerio Fischione” il conducente, un ragazzo classe `96, la cui condotta di guida ha causato il sinistro stradale.

Controlli carabinieri - BresciaLa gazzella del Radiomobile della Compagnia di Verolanuova intervenuta pochi minuti dopo lo schianto, in Manerbio all’altezza del locale cimitero sulla strada per Flero, ha prestato le prime cure agli occupanti dei due veicoli ed allertato i soccorsi.
La ricostruzione della dinamica, ultimata alle prime ore dell’alba, ha accertato che il conducente del veicolo (con a bordo un ragazzo ed una ragazza) proveniente da Manerbio con direzione di marcia Flero, a causa dello stato di ebrezza alcolica (oltre i 2.13 g/l vale a dire quattro volte più del consentito) e della velocità, in una curva destrorsa ha invaso la corsia opposta, collidendo frontalmente con un altro veicolo VW Polo con a bordo tre ragazze.

Le condizione di queste ultime, trasportate agli Ospedali di Manerbio e Brescia Poliambulanza e Brescia Civile, sono apparse subito gravi per le fratture e contusioni multiple riportate mentre dell’altra autovettura solo la ragazza ha riportato lesioni tali da porla in prognosi riservata. Gli altri due ragazzi ne sono usciti incolumi.

Stamane il Gip di Brescia, dopo aver sentito in carcere il giovane, ha convalidato l’arresto e disposto i domiciliari in attesa del processo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136