Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Droga in piazza Dante: due nigeriani denunciati a Trento

giovedì, 22 ottobre 2020

Trento – Droga in piazza Dante: due nigeriani denunciati a Trento. Nel primo pomeriggio, gli “Orsi” della Squadra Mobile, insieme alla Polizia Locale ed un equipaggio della Guardia di Finanza, ha denunciato due cittadini nigeriani, rispettivamente di 22 e 25 anni, perché trovati in possesso di circa 40 dosi di  hashish e sei di eroina.

piazza dante trentoI due pusher stranieri sono stati colti di sorpresa dall’incursione nei giardini di piazza Dante da parte degli equipaggi interforze di Polizia di Stato, Polizia Locale e Guardia di Finanza, nell’ambito dei controlli anticrimine voluti dal Questore di Trento, Cracovia.

Alla vista degli agenti, il ventiduenne extracomunitario è fuggito in direzione via Torre Vanga. A questo punto uno degli agenti della Squadra Mobile è balzato fuori dall’autovettura, lasciata incustodita in mezzo alla piazza, ed ha iniziato l’inseguimento del cittadino straniero, riuscendo a bloccarlo all’altezza di via Jacopo Acconcio.

Nel corso dell’inseguimento, tra lo sguardo incredulo dei passanti, lo spacciatore si è disfatto di un involucro contente circa 30 dosi di hashish. Inoltre nel corso della perquisizione personale al ragazzo sono stati trovati altre sei dosi di eroina, nascoste nella custodia del telefono. All’altro connazionale, grazie al fiuto del cane antidroga della Guardia di Finanza, sono stati trovate, nascoste negli indumenti intimi, circa 10 dosi di hashish.

I due sono stati denunciati all’Autorità giudiziaria e la droga sequestrata. Per gli altri tre cittadini nigeriani, risultati senza alcun lavoro e già in passato denunciati per reati spaccio di sostanze stupefacenti, sottoposti al controllo da parte della squadra interforze di Polizia, Polizia Locale e Guardia di Finanza sono stati emessi dal Questore di Trento due avvisi orali ed un divieto di ritorno nel capoluogo trentino per tre anni.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136